Il mondo dello spettacolo ricorda Giorgio Gaber

Il mondo dello spettacolo ricorda Giorgio Gaber
Numerose sono le voci che si levano dal mondo della cultura, dello spettacolo e della politica per ricordare Giorgio Gaber.
All'indomani della notizia della morte del cantautore e autore, avvenuta ieri mercoledì 1 gennaio 2003 (vedi News), questi sono i commenti di amici, compagni e colleghi del mondo dello spettacolo, raccolti da alcuni quotidiani. Così lo ricorda il premio Nobel, Dario Fo, con cui Gaber compose la canzone “Il mio amico Aldo”: “Quello di Giorgio era uno sguardo molto amaro, il suo era un pessimismo cosmico. Era un anticonformista che non è mai stato opportunista, che mai ha giocato di furbizia e si è legato a chi vinceva”.
“Giorgio era umanamente eccezionale, oltre ad essere un grande artista”, dice di lui la cantante Ornella Vanoni. “Con la sua perdita”, dichiara il cantante Shel Shapiro, “siamo più poveri dal punto di vista artistico”.
“Era un artista credibile”, lo ricorda l'autore Mogol, che nel '58 offrì al cantautore di “Lo shampoo” la firma del primo contratto discografico con la Ricordi.
“Ricordo quando Mina lo prese come supporter in un suo tour”, racconta il cantautore Gino Paoli, “finì con un trionfo di Giorgio”. Nessun commento è stato invece rilasciato da Enzo Jannacci, suo vecchio compagno di scena, Sandro Luporini, amico intimo e suo stretto collaboratore, Mina e Bruno Lauzi.
Il prossimo 24 gennaio, come già annunciato da Rockol, uscirà il nuovo album di Gaber, “Io non mi sento italiano” (vedi News), che conterrà dieci canzoni inedite del cantautore milanese. (Fonte: Il Corriere della Sera, La Repubblica, Il Giorno, Il Messaggero, La Stampa)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.