Concerto del Primo Maggio 2013, escluso Fabri Fibra

Concerto del Primo Maggio 2013, escluso Fabri Fibra

Fabri Fibra, ad oggi unico headliner - con Nicola Piovani - ad essere annunciato al prossimo Concerto del Primo Maggio di piazza San Giovanni, a Roma, è stato estromesso dal cartellone della manifestazione: lo riferisce l'edizione online del Corriere della Sera, che riporta di una decisione non presa dall'organizzatore dell'evento Marco Godano ma direttamente dai sindacati confederali, che - assecondando un'istanza presentata dall' associazione D.i.re (Donne in rete contro la violenza) presieduta da Titti Carrano - hanno scelto di allontanare il rapper di Senigallia per i "messaggi omofobi, sessisti e misogini" inclusi in alcuni suoi brani come "Su le mani" del 2006 e "Venerdì 17" del 2004. "Il Primo Maggio è una festa, un evento di grande risonanza e troviamo ingiusto e diseducativo per i tantissimi giovani che vi partecipano invitare un cantante che scrive testi carichi di stereotipi contro la donna, humus da cui si genera la violenza", si legge infatti nella nota di D.i.re.

"Non è nei nostri poteri rifiutare le indicazioni che ci arrivano dai sindacati", ha comunicato laconicamente Godano al quotidiano di via Solferino, che - visti gli sviluppi, si troverà costretto a sostituire un tassello importante - se non fondamentale - dell'edizione 2013 del "concertone".

Fabri Fibra ha fatto sapere che nelle prossime ore posterà sui suoi canali social ufficiali una presa di posizione ufficiale in merito. Nel frattempo, fanno testo le sue dichiarazioni rilasciate all'edizione italiana dell'Huffington Post: "Il rap, come il cinema, racconta delle storie, alle volte crude alle volte spensierate. Spesso le rime e il rap servono per accendere i riflettori dove c'è il buio. Nel 2013 sono stanco di essere descritto ancora come il rapper violento: in passato mi accusavano di non rispettare le donne nelle rime, ma io scrivevo quello che vedevo non quello che pensavo. Oggi la violenza domestica e in generale la violenza sulle donne, sia verbale che fisica, ha raggiunto in Italia proporzioni inquietanti. Tutti ne dobbiamo immediatamente prendere le distanze e deprecarla come uno dei peggiori crimini che si possano commettere".

Dall'archivio di Rockol - Fabrizio Tarducci in arte Fabri Fibra
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.