'Harlem shake': Baauer ha campionato senza permesso. E adesso vogliono soldi

'Harlem shake': Baauer ha campionato senza permesso. E adesso vogliono soldi

Non c'è dubbio che il primo fenomeno "virale" dopo "Gangnam style", con buona pace del pescivendolo Nazir che pensava di rifilarci la sua (peraltro simpaticissima) "One pound fish", sia "Harlem shake" di Baauer. La canzone è da tre settimane al numero uno della Hot 100 di Billboard, su YouTube i video proliferano, il pezzo viene ballato da tutti e, tanto per fare un esempio tricolore, pochi giorni fa alcuni giocatori della Juventus hanno azzardato delle mosse in sala stampa.




Contenuto non disponibile







Per Baauer adesso però, a quanto pare, arrivano le rogne. Perché d'accordo inserire i sample, non c'è problema, ma sembra che il DJ si sia "dimenticato" di chiedere l'autorizzazione agli autori. Se il pezzo avesse venduto giusto qualche centinaio di copie, c'è da scommettere che nessuno gli avrebbe chiesto un dollaro bucato. Ma visto che si sta muovendo come si sta muovendo, ecco che spuntano quelli che sperano di guadagnarci qualcosa. E sono, come riportano fonti USA, Hector Delgado, artista reggaeton in pensione, e Jayson Musson, rapper di Filadelfia. Entrambi, secondo il "New York Times", hanno chiesto un compenso all'etichetta discografica di Baauer, la Mad Decent Records. Mentre Musson ha riferito d'aver avviato una amichevole conversazione con la label, Delgado, che ha lasciato la musica cinque anni fa per diventare predicatore, la sta mettendo giù molto ma molto dura anche se forse non sarà necessario rivolgersi a un tribunale. Curiosamente il singolo di Delgado (anche conosciuto come Hector El Father e Hector Bambino) che più ha venduto nella classifca Hot Latin Songs di Billboard si chiama "Sola".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.