Miracles, addio a Bobby Rogers

Miracles, addio a Bobby Rogers

Bobby Rogers, co-fondatore dei Miracles, band soul nata dalle ceneri dei Five Chimes di Smokey Robinson, Warren Moore e Ronnie White, è morto nella sua abitazione di Southfield, a Detroit, all'età di 73 anni: come riferisce il Detroit Free Press, all'artista sono state fatali le complicazioni di una grave forma di diabete che lo affliggeva da anni.

Nato nella Motor City lo stesso giorno (e nello stesso ospedale) di Smokey Robinson, Rogers reincontrò il bardo della Motown sedici anni dopo, quando - insieme al cugino Claudette Rogers, Pete Moore e Ronnie White - i due diedero vita ai Miracles, che solo un anno dopo sarebbero diventati una delle colonne della storica etichetta fondata da Berry Gordy. La prima grande hit, "Shop around" (primo singolo della Motown a sfondare la soglia del milione di copie), risale al 1960: ad esse seguirono - tra le altre - "You've really got a hold on me", "Ooo baby baby", "The tracks of my tears", e "I second that emotion". Dopo la fuoriuscita di Robinson dal gruppo, nel 1972, Rogers e i colleghi continuarono ad esibirsi dal vivo fino alla metà degli anni Novanta: la band fu introdotta nella Rock and Roll Hall of Fame solo lo scorso anno.

Rogers collaborò anche alle session di registrazione della leggendaria "What's going on" di Marvin Gaye, registrando un cameo vocale - nello specifico, il verso parlato "It's just a groovy party, man, I can dig it" - presente all'inizio del brano.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.