Beach Boys, è ancora gelo tra Brian Wilson e Mike Love

Beach Boys, è ancora gelo tra Brian Wilson e Mike Love

Nonostante le grandi dichiarazioni di reciproca stima, le esternazioni distensive e qualunque altra cosa potesse ricomporre la frattura che ha spaccato i Beach Boys alla fine del tour celebrativo dello scorso anno, sono ancora molto tesi i rapporti tra Brian Wilson e Mike Love: a testimoniarlo è un annuncio - apparso sul sito di Wilson qualche ora fa - di uno speciale concerto del già compositore principale della storica band californiana alla quale parteciperanno, in veste di ospiti speciali, Al Jardine e David Marks, ovvero gli altri due "boys" esclusi da Love dalla formazione che avrebbe proseguito nell'esibirsi dal vivo dopo la tournée per il cinquantenario.

L'evento avrà luogo al Fraze Pavilion di Kettering, Ohio, il prossimo 25 luglio: al momento sembra che l'evento sia destinato a rimanere una data unica, anche se non è da escludere che la serata - che vedrebbe così riuniti sul palco tre quarti della formazione storica (o, per lo meno, post '63) superstite dei Beach Boys (che, pure, non sarebbero autorizzati ad annunciare lo show sotto questa sigla, detenendo i diritti sull'utilizzo del nome il solo Mike Love) - possa avere un seguito.

L'aria di crisi nei ritrovati Beach Boys del 2012 si iniziò a respirare quando, a fine dello scorso settembre, Mike Love decise di fissare altre date del gruppo senza però coinvolgere Wilson, Jardine e Marks: "Dobbiamo fare attenzione a non inflazionarci", fu la prima giustificazione addotta dall'artista, "Ci sono molti promoter interessati a organizzare altri concerti, ma noi abbiamo chiesto un anno di pausa: gli Eagles, quando prolungarono il loro reunion tour per un secondo anno, finirono per essere costretti a vendere i biglietti dei loro concerti a 5 dollari".

Contenuto non disponibile


"Come ogni bella festa, nessuno avrebbe voluto che finisse”, dichiarò qualche giorno dopo Love: “Tuttavia questo era impossibile dato che avevamo già realizzato concerti in città più piccole con una diversa line up, la stessa che era stata in tour ogni anno per gli ultimi tredici anni. E’ logisticamente ed economicamente impossibile pensare con il mercato di oggi di replicare il tour per i nostri cinquant’anni”.

"Quello che non capisco, e che mi fa sentire come se fossi stato licenziato, è la ragione per la quale Mike non ci permetta di continuare a promuovere dal vivo un disco per il quale abbiamo dato l'anima", replicò Wilson a stretto giro: "La cosa che stupisce è che le offerte per spettacoli ai quali prendere parte tutti insieme non mancano affatto: allora perché lui è contrario? Vogliamo continuare il tour. E' quello che facciamo da una vita: registrare un disco e andare in giro a promuoverlo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.