'Hendrix 70. Live at Woodstock': breve storia del festival

'Hendrix 70. Live at Woodstock': breve storia del festival

I "tre giorni (e mezzo) di pace e musica" che dal 15 al 18 agosto del 1969 radunarono nel podere del fattore Max Yasgur a White Lake, stato di New York, centinaia di migliaia di giovani (qualcuno dice mezzo milione, ma a causa dell'accesso gratuito della stragrande maggioranza del pubblico mancano ovviamente statistiche ufficiali), accaddero - come spesso capita con gli eventi epocali - quasi per caso. Gli organizzatori, due hippie intraprendenti (il manager Michael Lang e il discografico Artie Kornfeld) e due giovani finanzieri (Joel Rosenman e John Roberts), pensavano inizialmente ad un party di inaugurazione per uno studio di registrazione da aprire in zona e solo in un secondo momento si convinsero a organizzare un grande concerto, che troverà ospitalità nelle vicinanze di Bethel dopo avere incassato il diniego e gli ostracisimi di diverse comunità della zona (compresa quella di Woodstock, scelta come prima location: il nome però rimarrà perché i marchi per sfruttare commercialmente l'evento sono già depositati e quello, dopo le avventure di Bob Dylan con la Band testimoniate dai "Basement tapes", è un luogo magico ed evocativo per gli appassionati di rock).

Il bardo di Duluth al festival non si farà vedere, e neppure i Beatles e i Led Zeppelin, ma in compenso Lang e i suoi allestiscono un cartellone impressionante di star affermate e giovani talenti emergenti: sul grande palco affacciato sulla "terza città più popolosa nello Stato di New York", dopo i ritardi che costringono a rivoluzionare la scaletta e a buttare allo sbaraglio senza preavviso gli uomini armati di sola voce e chitarra acustica (Richie Havens, John Sebastian, Country Joe), saliranno Joan Baez, Grateful Dead, Creedence Clearwater Revival, Sly & the Family Stone, Janis Joplin, gli Who (in piena notte), i Jefferson Airplane (all'alba del giorno successivo), la Band e molti altri. Ripresi dalle cineprese della troupe di Michael Wadleigh, suoni e immagini di quei tre giorni faranno il giro del mondo, lanciando in orbita i Santana (pressoché sconosciuti fuori dai confini di San Francisco) il soul man bianco Joe Cocker e il guitar hero Alvin Lee dei Ten Years After e scolpendo nell'immaginario collettivo di una generazione il caffettano arancione di Havens, la giacca a frange e il microfono roteante di Roger Daltrey, il sonoro "F-U-C-K" di Country Joe alla guerra in Vietnam, le armonie celestiali di Crosby, Stills, Nash & Young (al loro secondo concerto insieme) e il Jimi Hendrix di "Star spangled banner", l'inno americano straziato dalla sua Stratocaster bianca quando è già lunedì mattina e sul grande prato stracolmo di rifiuti sono rimasti in trentamila in un'atmosfera da post apocalisse.


Contenuto non disponibile



L'esibizione completa del mancino di Seattle, documentata nel film "Hendrix 70. Live at Woodstock", arriva nei cinematografi italiani - in suono surround 5.1, curato dal tecnico del suono Eddie Kramer - il 27 novembre; qui l'elenco completo delle sale del circuito Nexo Digital che lo proietteranno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.