Comunicato Stampa: Rock Tv Night con Litfiba e Movida

Comunicato Stampa: Rock Tv Night con Litfiba e Movida
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Rock Planet Productions e Rock TV
presentano

"Rock TV Night"
con esibizione dal vivo di

Litfiba e Movida
Giovedì 23 Maggio - Ore 22
al ROLLING STONE
Apertura ore 22. Ingresso libero entro le 23, poi consumazione obbligatoria 6€.

Siamo in dirittura d’arrivo con la "Rock TV Night" - il giovedì del Rolling Stone che prevede l’esibizione di due band emergenti e affermate, riprese e ritrasmesse da Rock TV. Il penultimo appuntamento sarà quello del 23 maggio, con due rockband di tutto rispetto: Litfiba e Movida!
I Litfiba nascono nel 1980 a Firenze. Nel ’85 esce "Desaparecido" (con Piero Pelù - voce, Ghigo Renzulli - chitarre, Ringo De Palma - batteria, Gianni Maroccolo - basso, Antonio Aiazzi - tastiere), primo atto della Trilogia del Potere con "17 Re" (’86) e "Litfiba 3" (’88), grazie a cui il gruppo si palesa come la realtà più interessante del panorama italiano. L’album "Pirata" (‘89) li consacra definitivamente. L’innesto di Daniele Trambusti, Roberto Terzani, Federico Poggi Pollini e Candelo contribuisce all’arricchimento del nuovo sound dei Litfiba, ispirato al latinismo del rock. Su queste basi, Pelù e Renzulli sbancano le classifiche con "El Diablo" (‘90). Altro album fondamentale: "Spirito", con la collaborazione di Rick Parashar, (vedi i Pearl Jam di "Ten"), album che inaugura una nuova stagione che si concretizza con la pubblicazione di "Lacio Drom" (‘95). "Mondi sommersi" (’97) vende più di 600 mila copie, e viene seguito nel ‘98 dal nuovo album di studio, "Infinito", e da voci sempre più insistenti che parlano di divorzio tra Pelù e Renzulli. Al termine del tour Pelù abbandona per davvero, e Renzulli torna in sala con un nuovo cantante, Gianluigi Cavallo, al quale si accodano Gianluca Venier e Ugo Nativi. Il risultato è in un nuovo album, "Elettromacumba", che esce nel 2000, seguito da "Insidia", uscito a fine 2001.
I milanesi Movida (Mario Riso - batteria, Gianluca Battaglion e Giovanni Frigo - chitarre, Alessandro Ranzani - voce, Ivan "Liva" Lodini - basso) si sono segnalati con l'album d'esordio "Contro Ogni Tempo" (1995), marchiando la scena italiana del rock con un pugno di canzoni potenti e credibilissime, ed un’attività live che li ha portati in tutta Italia. Il ‘97 li vede impegnati nella lavorazione e nella produzione, curata da Franz di Cioccio e Maks Lepore, del secondo album, "Frammenti simili", che inaugura la nuova etichetta della RTI Music, "Fermenti Vivi". I brani compendiano il retrogusto metal delle loro origini con la prima stagione del grunge, le saltellanti intuizioni pop dei Police, una moderna e melodica revisione dei materiali heavy..
Trascorsi 3 anni dalla pubblicazione ufficiale dell’ultimo lavoro, i Movida – attualmente in studio per la preparazione del nuovo album - si ripresentano con una formazione che vede l'ingresso di un nuovo elemento al basso: Willee..
La colonna sonora del resto della serata sarà all’insegna del rock con contaminazioni hip-hop ed elettroniche: sul groundfloor musica rock-crossover a cura di Dj Max De Riu di Radio Rock FM e Max Brigante di Radio Lupo Solitario; sul newlevel musica ska-punk-alternative con Dj Niki di Radio Rock FM.

Dall'archivio di Rockol - Le pillole di saggezza dei Litfiba
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.