Dopo i fischi, nuovo singolo per Jason Donovan, l’ex di Kylie Minogue

Le bordate di fischi ricevute in un locale britannico, episodio sul quale Rockol ha riportato nei giorni scorsi, non sembrano aver scoraggiato Jason Donovan. Il cantante ed attore, che negli anni Ottanta fu legato sentimentalmente a Kylie Minogue, grazie all’appoggio di un tabloid britannico, il quale ha lanciato una campagna che ricorda una sorta di “salviamo i dinosauri”, sta per riaffacciarsi nel mondo della discografia. L’australiano tornerà in studio nel prossimo mese di giugno, ed il suo singolo del ritorno è fissato per ottobre; Donovan afferma inoltre che in maggio potrebbe giungere un contratto con una major. Il cantante è nato il 1° giugno 1968 a Malvern, Australia, e per il suo ingresso nel mondo dei dischi si affidò al SAW, l’acronimo che designava il trio di produttori di successo Stock, Aitken e Waterman. Il suo primo album, “Ten good reasons”, nel 1989 raggiunse il primo posto nelle classifiche UK. Ha due figli da Angela Malloch.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.