Germania, dagli anni Ottanta rispuntano i Modern Talking e vanno al primo posto

A volte ritornano. Nel 1985, in Germania, impazzavano i Modern Talking, una sorta di boyband ante litteram. Con successi dai titoli un po' pacchiani quali "Cheri cheri lady" e "Geronimo's Cadillac" impallinarono le classifiche locali vendendo dischi a camionate. Nel 1987 il giocattolo si ruppe: tra i due principali protagonisti del gruppo, Dieter Bohlen e Thomas Anders, subentrarono gelosie e ripicche che li portarono a separarsi. Bohlen fondò i Blue System, ma non ebbe grossi riscontri di vendite. Nel '99 i due riannodarono i fili della loro relazione, sfilacciati dal tempo ma non del tutto erosi. Ed ora la sorpresa: l'album che segna il loro completo ritorno sulle scene, "Victory", si è appena fiondato al primo posto delle classifiche tedesche di questa settimana, sbaragliando tra gli altri "Laundry service" di Shakira ed il nuovo disco di remix di Jennifer Lopez. Il cantante Anders ha 39 anni, il produttore Bohlen 48.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.