Elvis Costello campiona Mina nel nuovo disco

Elvis Costello campiona Mina nel nuovo disco
C'è un po' d'Italia nel nuovo disco di Elvis Costello, “When I was cruel”, in uscita il prossimo 12 Aprile (vedi news).
Per il suo primo vero disco dal 1996 (l'ultima prova fu “All this useless beauty”, a cui seguirono varie collaborazioni, tra cui quelle con Burt Bacharach e Anne Sofie von Otter), Costello ha scelto di “campionare” un brano di Mina, che fa da base alla title-track.

Il sito ufficiale dell'artista, www.islandrecords.com/elviscotello, riporta una lunga nota dell'artista: “c'è una svolta ritmica in 'When I was cruel No.2'”, grazie ad un clip preso da un disco di pop italiano degli anni' 60 della grande cantante Mina”, scrive Costello, che però non rivela quale sia il brano da cui è estratto il campione. "When I was cruel No.2", secondo l'autore, cita anche le parole di “Dancing queen” degli Abba, che sono ringraziati per avere concesso il permesso di usare le liriche.
A proposito del disco, Costello scrive: “Negli ultimi tempi ho cantato così tante ballate con altri artisti che ero pronto per un disco più ruvido. Abbiamo usato un grande team di musicisti ed ingegneri del suono per essere sicuri che per caso non facessimo un disco che avevamo già pubblicato in passato”. L'ascolto del singolo “Tear off your own head (It's a doll revolution)", brano in streaming sul sito, conferma le parole di Costello: un power-pop secco e diretto che ricorda le primissime cose del musicista, con un tocco di ruvidità in più data dal suono grezzo della chitarra.
“Ho scritto tutte le canzoni con una chitarra elettrica Silvertone, un amplificatore da 15 watt e una beat-box giocattolo con tasti arancioni”, scrive ancora Costello. “C'è molta più chitarra distorta qua che in qualsiasi altro mio disco”.
Il disco è stato registrato ai Windmill Lane Studios di Dublino e prodotto dallo stesso Costello con Ciaran Hill, Leo Person e Kieran Lynch. Nelle 15 tracce suonano i fidi Steve Nieve (piano) e Pete Thomas (Batteria), già nel gruppo storico di Costello, gli Attractions, insieme a Davey Faragher al basso. La sezione dei fiati (Kuumbam, Frank Lacy e Roy Nathanson) presente in alcune canzoni è stata invece registrata a New York.
(gs)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.