NEWS   |   Press Kit / 31/01/2002

Comunicato Stampa: Combat

Comunicato Stampa: Combat
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

AA. VV. - COMBAT

Il combattimento per la libertà a colpi di sonorità etniche

Milano, 18 gennaio 2002 - Esce il 21 gennaio per la collana Vitaminic Indie la compilation “Combat”. Diciassette tracce che riuniscono alcuni tra i più significativi artisti di un genere musicale dalle molteplici sfumature stilistiche, che viene identificato generalmente con il nome di ‘Combat Rock’.
“Combat”, ovvero la diversità dello stile ma la comunanza di idee come libertà, contestazione, sete di ribellione e rivincita: sentimenti ed opinioni da cantare e ballare nelle piazze, da urlare negli spazi sociali e soprattutto da vivere sulla propria pelle giorno per giorno.
E di qui la lotta a colpi di sonorità etniche e liriche di contestazione, una musica vista come veicolo per trasmettere contenuti di denuncia ed impegno sociale, che affonda le sue radici nelle tradizioni folk – mediterranee, latine, celtiche, balcaniche – ma non dimentica l’energia del rock, miscelandolo talvolta con arrangiamenti bandistici e con chiari riferimenti alla produzione di cantautori come Fabrizio De André, Ivano Fossati e Rino Gaetano.
L’album riunisce i maggiori esponenti del genere: Modena City Ramblers con “Ballo di Aureliano”, gli ‘storici’ Gang con una live version di “Socialdemocrazia”, Yo Yo Mundi con l’inedita “Pacifica”, Tupamaros con l’ironia velenosa di “Radio Chirac”.
Sono presenti, inoltre, altri grandi nomi del Combat Rock: Mau Mau, Bisca, Banda Bassotti, Fratelli di Soledad e molti ancora, figli legittimi della stessa rabbia.
Band di resistenza, guerriglieri della musica, cantastorie – a volte politicizzati – della gente comune, musicalmente eredi del rock e del punk con dichiarate contaminazioni folk, che trovano nell’impegno morale l’ispirazione per i loro testi, che cantano la protesta contro il disagio sociale e l’indifferenza, o raccontano di storie minime, di angosce non di classe ma di vita.
“Combat”, prodotto da Vitaminic - piattaforma leader in Europa per la promozione e distribuzione di musica digitale su reti fisse e mobili – è distribuito da Edel e sarà disponibile dal prossimo 21 gennaio in tutti i negozi di dischi.

TRACKLIST

1 Modena City Ramblers - Il ballo di Aureliano
2 Bisca - Odio
3 Fratelli di Soledad - Tra miseria e nobiltà
4 Folkabbestia - La sinfonia di Mr Tamburino
5 Tupamaros - Radio Chirac
6 Cisco e la Casa del vento - A Las Barricadas
7 Circo Fantasma - Il dubbio
8 Caravane de Ville - Corri Lola
9 Lou Dalfin - Bel Jovanet
10 Bandabardò - Il muro del canto
11 Il Parto Delle Nuvole Pesanti - Le cose che mi restano
12 Yo Yo Mundi – Pacifica
13 I Ratti Della Sabina – Clandestino
14 Mau Mau – Micasa Tucasa
15 Marmaja – Giù dal ponte
16 Banda Bassotti – Nazi Sion Polizei
17 Gang - Socialdemocrazia
Scheda artista Tour&Concerti
Testi