Classifiche UK, Gary Barlow ancora primo. Amy Macdonald entra al 2

Classifiche UK, Gary Barlow ancora primo. Amy Macdonald entra al 2

Forse per il perdurante clima da celebrazioni per il giubileo di diamante della regina Elisabetta, "Sing", l'album assemblato da Gary Barlow dei Take That con la Commonwealth Band, rimane al primo posto della classifica britannica. Basse però le cifre di vendita: il disco del cantante, al quale pochi giorni fa è stata annunciata una importante onorificenza da parte di Buckingham Palace, resta al vertice con sole altre 28.000 copie. Al numero 2 entra, con 1200 copie meno di "Sing", il nuovo lavoro della scozzese Amy Macdonald, "Life in a beautiful light". "Life in a beautiful light" è stato registrato presso gli studi State Of The Ark e Mayfield in Inghilterra. L'album è stato prodotto da Pete Wilkinson, collaboratore e manager di Amy, e mixato da Bob Clearmountain, tra le cui mani è passato il missaggio di "Born in the U.S.A." di Bruce Springsteen. Il nuovo album è il successore di "A curious thing" del marzo 2010 che, senza troppa pubblicità, è arrivato al numero 4 delle classifiche del Regno Unito vendendo 1 milione di copie nel mondo. Una new entry anche
sulla terza tacca: è "Looking 4 myself" di Usher. Se 1200 copie tra Macdonald e Barlow possono sembrare un'incollatura, cosa si può dire allora delle copie di differenza che separano Macdonald e Usher? I due album sono infatti separati da sole...16 unità. La Top 10 all'insegna della Union Jack offre una sola altra nuova entrata: al numero 9 penetra "25 years - The chain", antologia dei Fleetwood Mac. Gli altri: "Mylo xyloto" dei Coldplay è quarto, "Fall to grace" di Paloma Faith quinto, "Our version of events" di Emeli Sandé sesto, "+" di Ed Sheeran settimo (alla quarantesima settimana), "Number ones" dei Bee Gees ottavo, chiude la riedizione di "Graceland" di Paul Simon. "The national health" dei Maximo Park parte da una posizione più bassa di quanto da taluni preventivato, la tredici, "In our heads" degli Hot Chip dalla quattordici, "Wrecking ball" di Bruce Springsteen rimbalza forte dal numero 52 al sedici. Intanto "Call my name" di Cheryl Cole, con 152.000 copie, diventa il singolo dalle vendite più rapide del 2012 e ovviamente conquista la prima posizione.
Consulta qui la classifica UK di questa settimana

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.