Adriano Celentano chiama Radiothon, ma non ‘esterna’

Adriano Celentano chiama Radiothon, ma non ‘esterna’
Radiothon, la maratona di beneficenza di Radio DeeJay, si è conclusa domenica sera, con un grande successo di critica, di pubblico, ma soprattutto di fondi raccolti: oltre mezzo miliardo in sette giorni per finanziare la ricerca sull’AIDS. Le aste per i “cimeli” hanno visto salire alle stelle le offerte per le maglie dei calciatori, ma anche il Cd di Madonna con dedica personalizzata (battuto a 2.150.000 lire) e la t-shirt e il cd autografati dei Backstreet Boys (un milione).
Tra gli interventi più prestigiosi in diretta, oltre a quello notturno di Mina di cui Rockol vi ha già riferito, c’è stato quello, sempre telefonico ma pomeridiano, di Adriano Celentano, che ha detto, tra l’altro:
«Mi piacerebbe comprare una radio per trasmettere dei messaggi in Svizzera».
«Perché non vieni a trasmettere da Radio Deejay?» gli ha proposto Marco Biondi.
«È diverso: con una radio tua, se una notte non riesci a dormire e ti viene un'idea da dire a qualcuno, magari a Bari, accendi la tua radio e glielo dici. Venendo lì da voi, il tempo di metterci d'accordo e l'idea mi è già passata. Per la tv, invece, qualche tempo fa si era parlato di una tv ‘pirata’, ma purtroppo allora i governi non erano troppo stabili e quindi una volta che è caduto l’ultimo non se n’è più parlato”.
Dopo un paio di chiacchiere a sfondo calcistico, Adriano ha parlato del suo nuovo disco: «Sono dodici pezzi». Interrogato sulla presenza di eventuali ospiti, ha ribattuto laconico: «Beh, ci sarà gente che suona. Io non so a che tipo di disco state pensando, ma sicuramente quello a cui state pensando è quello giusto».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.