Enrico Ruggeri parte da Milano con la sua tournée

Enrico Ruggeri parte da Milano con la sua tournée
Enrico Ruggeri ha scelto la sua città, Milano, per cominciare (il prossimo 19 gennaio) la sua nuova tournée che lo porterà in giro per l’Italia. Nello spettacolo ci sarà tutto il repertorio dell’ultimo album “Domani è un altro giorno”, ma sicuramente non mancheranno i pezzi classici del cantautore, da “Rien ne va plus” a “Peter Pan” fino a “Il portiere di notte”. Rockol lo ha incontrato prima della partenza per la serie di concerti.

Vent’anni di carriera alle spalle, 18 album e più di mille concerti: come affronti questa nuova tournée?
"Tranquillo, soprattutto perché sarò circondato da amici che sono con me da tanti anni, come Luigi Fiore, Luigi Schiavone ed altra gente con la quale ho un ottimo feeling professionale; e poi c’è un impianto sonoro eccellente e delle luci meravigliose. Siamo tutti molto contenti e soprattutto impazienti di cominciare".

Dopo l’uscita del tuo ultimo disco molti parlano di un “nuovo Ruggeri”: hai rivoluzionato anche il look tagliandoti i capelli a zero. Sei davvero cambiato?
"Credo proprio di sì: il mio ultimo è un disco molto musicale, positivo ma struggente, che fa divertire e che fa pensare. Credo sia un disco che ha tutte le caratteristiche che uno richiede quando vuole sentire un album".

A questo punto della tua carriera artistica, quanto tieni buono del tuo passato e quanto scommetti sul futuro?
"Faccio tutte e due le cose, una non esclude l’altra. Nella vita secondo me bisogna aggiungere e non sostituire, quindi è importante guardarsi indietro, soprattutto se sei orgoglioso di quello che hai fatto; ma allo stesso tempo non bisogna adagiarsi e cercare sempre qualcosa di nuovo".

Stando sul palco, qual è il pezzo che suoni più volentieri?
"Più di uno; è chiaro che magari “Il portiere di notte” e gli altri pezzi struggenti creano un certo tipo di atmosfera, però poi quando fai “Mistero”, “Contessa “ o “Peter Pan” ricevi egualmente delle fortissime scariche di adrenalina. Sono due tipi di emozione diversa, che convivono sempre nei miei concerti".

Parliamo un po’ della situazione della musica italiana: credi sia un buon momento per i nostri cantanti?
"Credo che davvero ci siano dei bei segnali, ultimamente. Mi piace molto quello che hanno fatto Samuele Bersani, Daniele Silvestri, Niccolò Fabi: li considero tutti degli ottimi autori e credo abbiano fatto tutti delle belle cose. La situazione delle band mi sembra un po’ diversa, ci sono un sacco di dischi che assomigliano al primo album dei miei Decibel con il cantante che canta come Piero Pelù".

Esiste ancora, secondo te, la canzone d’autore italiana?
"Sì, esiste ancora, ma purtroppo credo sia una specie in estinzione. Ci sono molti cantautori che ormai vanno alla rincorsa del successino facile, e questo peggiora la situazione generale. Ma spero sempre nelle nuove leve; come ho già detto c’è qualcuno che fa le cose per bene, e che terrà alta la bandiera della categoria".

Dopo la tournée cos’hai in programma?
"Ai primi di aprile finiremo la prima tranche della tournée, quella che si svolgerà nei teatri, dopodichè andremo un po’ in Spagna perché sta uscendo in questi giorni la versione spagnola del mio album “Domani è un altro giorno”, e quindi andremo lì a fare qualche concerto e qualche apparizione televisiva e radiofonica. Dovremmo anche tornare in Brasile, e poi riprenderemo, quest’estate, i concerti in Italia".
Dall'archivio di Rockol - racconta "Alma"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.