Concerti, Giorgia: a Livorno operai irregolari per montare il palco

Concerti, Giorgia: a Livorno operai irregolari per montare il palco

Un blitz dei carabinieri di Stagno e Collesalvetti, organizzato insieme alla Direzione provinciale del lavoro di Livorno, avrebbe scoperto quattordici operai in nero durante l'allestimento del palco che Giorgia ha utilizzato per uno spettacolo presso il Palasport della città toscana: stando a quanto riferito dal Tirreno, i lavoratori, rumeni e peruviani in regola con i documenti di soggiorno reclutati da una società di servizi, sarebbero stati ingaggiati con una paga oraria di 6 euro senza assicurazioni, tasse e contributi. La testata riporta l'indiscrezione secondo la quale la titolare della società finita nel mirino degli ispettori avrebbe immediatamente pagato una multa (che potrebbe arrivare fino a 1500 euro per ogni lavoratore trovato irregolare) e avviato le pratiche per la regolarizzazione dei dipendenti. L'agenzie ADNKronos, nel dettaglio, specifica che la società, la cui titolare è una cittadina rumena residente a Firenze, incaricata da contratto delle sole mansioni di facchinaggio, si stava occupando del montaggio del palco. Due mansioni - come spiegò il presidente di Assomusica Alessandro Bellucci lo scorso 17 gennaio - profondamente differenti per norme di sicurezza e preparazione del personale impiegato.

Dopo i tragici incidenti che coinvolsero Jovanotti e Laura Pausini le forze dell'ordine sembra stiano prestando particolare attenzione alla verifica delle irregolarità presso i cantieri di allestimento degli spettacoli di musica dal vivo: un accertamento effettuato a Caserta in occasione di uno show della popstar di Solarolo non avrebbe tuttavia rilevato -stando a quanto riferito dalla società di servizi coinvolta nel controllo - irregolarità.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.