La polizia di Miami cerca Puff Daddy

“Mo’ problems” per Puff Daddy, Sean Combs, o P.Diddy, si beccherà una seria ramanzina e probabilmente anche una pesante multa, quando verrà beccato dalla polizia di Miami. I tutori dell’ordine della città della Florida infatti, pur non essendo ufficialmente alle sue calcagna, lo stanno cercando per porgli qualche domanda su un’infrazione al codice della strada: Puffy sarebbe stato notato da una pattuglia mentre, a bordo di una Ferrari color argento, zigzagava allegramente per strada evitando d’un soffio pedoni ed altri veicoli. La polizia ad un certo punto è riuscita a localizzare il bolide di Maranello, ma a bordo era rimasto un solo occupante. Non Puffy, che era riuscito a squagliarsela, bensì Jovar Andrews, cugino di Lenny Kravitz. Andrews è stato trovato in possesso d’un piccolo quantitativo di marijuana, ma non è stato arrestato. L’episodio sarebbe accaduto (il portavoce di Puffy lo contesta totalmente) lo scorso 9 giugno, ma è stato reso pubblico solo in questi giorni.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.