Tommy Trash: in arrivo la nuova 'Monkey see monkey do'

Tommy Trash è uno dei nomi deep house più in voga al momento.

Supportato da top dj come Axwell, Erick Morillo, Laidback Luke, Benny Benassi ed Afrojack, il beatmaker australiano suonerà accanto a Robbie Rivera, il re di Miami, al party più atteso della Winter Music Conference, quello del Nikki Beach, che si svolgerà a marzo. La nuova produzione di Tommy si intitola "Monkey see monkey do", e il titolo del pezzo è tutto un programma. Un brano dal ritmo accattivante e adatto ai dancefloor di tutto il mondo. Produttore affermatissimo, ha collaborato con artisti tra i più noti a livello internazionale come John Dahlback, Moguai e Angger Dimas. .




Trash ha suonato nei club più importanti della Terra, tra USA ed Europa, compresi i locali più rinomati di Ibiza. "Monkey see monkey do" sarà disponibile in download in Italia a partire dal prossimo 2 febbraio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.