Merle Haggard: 'Il ricovero mi ha salvato la vita'

E dire che si sentiva solo un po' affaticato. E l'aveva definito un "malore". Il "malore" che aveva colto Merle Haggard qualche giorno fa, prima di salire sul palco del City Auditorium di Macon in Georgia, concerto ovviamente annullato, si è trasformato in un bel check-up che ha rivelato che Haggard aveva più malattie di un ipocondriaco. Tutte prese in tempo, per cui la seccatura del ricovero si è trasformata, molto probabilmente, in un evento che gli ha salvato la vita. Il 74enne statista country, che curiosamente ha iniziato a fumare marijuana alla inconsuetà età di 41 anni, ha detto: "Credo che andare in ospedale mi abbia salvato la vita". A Haggard, che si sta riprendendo da una polmonite, sono state trovate tre ulcere allo stomaco, otto polipi al colon e una diverticolite all'esofago. Operato al volo, l'artista sta molto meglio. "Sono un uomo nuovo", ha affermato. "Grazie a tutta la gente del mondo che ha detto delle preghiere per me. Grazie mille alle persone di Macon, Georgia, che sono state gentilissime, intelligenti e penso mi abbiano salvato".  Cancellati tutti i suoi impegni sino a fine febbraio.





Contenuto non disponibile







"Rimarrà in ospedale ancora per qualche giorno", ha riferito Tresa Redburn, la sua PR. "Tra trenta giorni sarà perfettamente in forma". Noto specialmente per i brani "Mama tried," "Okie from Muskogee" e "The fightin' side of me", l'architetto del cosiddetto Bakersfield Sound anche in passato aveva avuto problemi di salute non indifferenti. Nel novembre 2008, ad esempio, finì sotto ai ferri e poi disse "se non fosse stato per mia moglie che ha insistito per farmi curare, oggi non sarei qui".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.