Mozart fa diventare intelligenti, Eminem stupidi

Mozart fa diventare intelligenti, Eminem stupidi

Ricordate la teoria di alcuni pedagoghi e psichiatri secondo la quale l’ascolto delle opere di Mozart – e, più in generale, dei brani di musica classica – in giovanissima età favorirebbe lo sviluppo intellettivo e creativo delle menti dei bambini ? Bene, a questa teoria – che in ambiente accademico statunitense viene chiamata “Mozart theory”, è stato recentemente aggiunto un corollario: lo studioso Lance Morrow ha rivisto le teorie di Kanfer e Walsh individuando negli artisti pop mainstream un potere deteriore sui giovani cervelli.

Ergo: se Mozart fa diventare più intelligenti, Eminem fa diventare più stupidi. Secondo l’articolo scritto da Morrow la situazione non sarebbe poi così drammatica: basterebbe solo intervallare ogni tanto – alle varie Aguilera, Spears e Backstreet Boys – qualche aria o quartetto d’archi. Sarà vero ?.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.