U2, già polemiche sul tour americano: scarsa sicurezza?

U2, già polemiche sul tour americano: scarsa sicurezza?
I piani per le 33 date dell’Elevation Tour annunciato pochi giorni fa dagli U2 sono stati severamente criticati da un esperto in materia. Paul Wertheimer, proprietario della Crowd Management Strategies ed autore di un controverso rapporto secondo il quale nel 1999 settanta persone sono morte a causa dei concerti, fu tra l’altro consulente durante le indagini successiva alla tragedia di Cincinnati (11 morti al concerto degli Who nel 1979), e dice che l’idea di levare i posti a sedere da sotto il palcoscenico è “dettata dall’avidità, perché in un’arena si possono stivare più persone se le si mette in piedi”.
Negli USA, nei concerti rock si usano ancora molto i posti a sedere; per questo motivo, la decisione di Bono e soci di vendere un biglietto di "general admission" alla platea è suonata quanto meno strana. “Sembra che ogni anno ci tocca imparare daccapo la lezione. Anche se quello che è successo a Roskilde dovrebbe bastare agli U2 e alla SFX (promoter del tour,ndr) per prestare più attenzione alle questioni che riguardano la sicurezza e la comodità del pubblico”. In assenza di un parere degli U2, Gary Bongiovanni, direttore della rivista specializzata in concerti “Pollstar” ha replicato: “Se c’è un gruppo che può permettersi di togliere i posti a sedere, sono gli U2. Il loro pubblico non è eccitabile come quello dei Red Hot Chili Peppers. Non credo che la gente pogherà sotto il palco a un loro concerto”.
Dall'archivio di Rockol - Bono: la straordinaria carriera del cantante degli U2 in 13 canzoni
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.