Aldo Grasso stronca ‘Taratata’

Aldo Grasso stronca ‘Taratata’
Sul "Corriere della Sera", il critico televisivo Aldo Grasso è assai poco natalizio con "Taratata", Enrico Silvestrin, e Antonello Venditti. Non parliamo poi di Vincenzo Mollica. «C’è qualcosa che non torna. La Rai chiede più attenzione per il pubblico giovane (è prima negli ascolti, ma ha un'audience di sessantenni, la meno interessante per gli investitori pubblicitari) e la prima mossa è quella di «invecchiare» un programma musicale rivolto essenzialmente ai non adulti, "Taratatà" (Raiuno, martedì, ore 23.30), affidandolo a Vincenzo Mollica e Natasha Stefanenko, una che è sempre in mezzo come il giovedì. Enrico Silvestrin andava sostituito, certo; non perché fosse esponente di una linea Mtv ma semplicemente perché non sa organizzare un discorso di senso compiuto. Ma Mollica? Ha amabilmente intrattenuto Vincenzo Cerami, Nicola Piovani, Dario Fo, Roberto Benigni, Paolo Conte, Sabrina Ferilli. Cosa si pretende di più? Il problema non sono gli ospiti ma è lui, mollicone nostro, che ha la straordinaria capacità di mollificare i suoi intervistati, avvolgendoli nelle spire di un'ovvietà boriosa, di un'esagerata buona coscienza, di una compiaciuta pusillanimità: tutti parimenti meravigliosi e stupendamente mollicchiosi. Maestro di cerimonia dell'impersonalità (per lui non c'è cantante che non sfiori il sublime, persino Venditti), semiprostrato dagli aggettivi ridondanti di cui dispone, sempre meno incline a soppesare un giudizio critico, Vincenzo Mollica, il Marzullo della sinistra veltroniana, non aspira che a celebrare se stesso».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
5 set
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.