Huga Flame: 'Provocazione ed ironia sono i nostri punti di forza'

E' uscito in questi giorni il quinto album degli Huga Flame, "La città dei sogni perduti". Il nuovo lavoro di Dydo, Livio e Mc Ronin esce a due anni di distanza da "Facce da Huga". Il disco è stato anticipato dal singolo "Biancaneve", e un secondo brano, "Resterai sola", sarà a breve nei negozi: "Abbiamo voluto lanciare il nuovo disco con un brano d'impatto, che facesse sorridere e allo stesso tempo riflettere. 'Biancaneve' è un gioco di doppisensi, giocata su uno dei tanti modi di chiamare la cocaina. Non è una canzone di denuncia ma una riflessione sugli effetti che provoca questa sostanza, noi infatti ne prendiamo le distanze dicendo: 'Rimaniamo liberi e voliamo via'. Molti dei brani dell'album sono irriverenti e giocano con il significato delle parole; sono però tutte storie vere, riprese dalla nostra vita o da ciò che ci accade attorno. Il secondo brano, tratto dal nuovo album, sarà 'Resterai sola', molto più nelle corde degli Huga, è un canzone d'amore non nel vero senso della parola, poiché descrive la rabbia di chi si oppone alla sofferenza per un sentimento finito, mandando, alla fine del brano, l'ex partner a 'quel paese' anche se è doloroso. Gli Huga cercano sempre di raccontare le storie nel modo più vero possibile, in questo disco però raccontiamo il tutto in maniera quasi fiabesca: nasce infatti da qui il titolo 'La città dei sogni perduti'", affermano gli Huga Flame. La provocazione e l'ironia sono segni che contraddistinguono la band anche sul palco, infatti i loro live non sono semplici performance ma spettacoli veri e propri: "Cerchiamo di dare il meglio di noi stessi sul palco, per divertirci noi ma soprattutto per far divertire il pubblico. I nostri concerti sono veri e propri spettacoli, ci piace esibirci in 'siparietti comici' tra di noi e con i ragazzi che vengono a sentirci, ci piace far parlare di noi. Per la presentazione del disco, ad esempio, quando abbiamo cantato 'Revuelta', abbiamo fatto salire dei manifestanti con degli striscioni sul palco, è stato davvero d'impatto", proseguono i ragazzi. Gli Huga, nonostante siano davvero giovani, hanno iniziato la loro carriera dieci anni fa ed hanno una visione ben precisa della scena musicale hip-hop italiana: "L'italia ha dei talenti musicali davvero validi e brulica di rapper davvero di prima classe. In questi ultimi anni la musica rap italiana sta suscitando sempre più interesse nella gente e nei media, ne siamo davero felici. L'hip-hop italiano parla della nostra cultura ed è sbagliato davvero voler scimmiottare i 'gansta' americani, non viviamo nel Bronx e non abbiamo di certo lo stesso slang. Sarebbe ridicolo voler diventare dei cloni dei rapper statunitensi", concludono gli artisti. Gli Huga Flame saranno in tour da metà giugno e a settembre torneranno in studio per registrare il loro sesto album, di cui hanno già pronta la maggior parte dei brani. Per conoscere le tappe del tour estivo degli Huga Flame è possibile visitare il loro sito ufficiale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.