Christina Aguilera, anima fragile. E bionda

Christina Aguilera, anima fragile. E bionda
Sarà un'immagine abusata, ma sembra davvero una lolita questa novella Britney Spears ("in realtà ho due anni più di lei: quasi diciannove") bionda e dall'aria delicata, che si presenta alla stampa per sussurrare i segreti del suo album (titolo prevedibile: "Christina Aguilera") stringendo le mani a tutti con un sorrisetto appena accennato e l'aria di chi va trattata bene, con garbo, altrimenti si spezza.
"Non fate chiasso, perché Christina si scoccia", esordiscono i rappresentanti della BMG , la sua etichetta discografica: ed è in effetti un drappello di giornalisti più composto del solito quello che si dispone a farle domande. Che sono poi le solite: come ha cominciato ("Dal programma tv Mickey Mouse Club, che andava forte negli Stati Uniti"), quanti dischi ha venduto finora ("Milioni. Ma ormai non li conto più"), come il successo le ha cambiato la vita ("In meglio. Ora potrò comprare una bella macchina per la mia mamma, e una casa a Los Angeles").
Niente di strano, dunque: tutto nelle regole prefissate. Così, è "funny", per Christina, spostarsi di paese in paese per fare concerti e promozione al suo album, "exciting" fare da supporter alle TLC nel corso del loro tour, "tiring" correre da un posto all'altro per incontrare la stampa e i fan, e ci si sente un po' "busy" nell'affrontare una vita da rockstar, densa di impegni e obblighi.
"E' difficile rimanere se stessi se un sacco di gente ti giudica. Difficile pensare che la tua carriera è il tuo ragazzo, che la tua vita non sarà mai più normale. Del resto, aspettavo questo momento da un'eternità", spiega candida Christina, che l'eternità non sa nemmeno cosa sia considerata la sua giovane età, e che non esita a considerarsi al pari, anzi meglio dei Backstreet Boys: "In una scala di popolarità da 1 a 5, se loro sono al top, io mi posiziono tra il 3 e il 4. Del resto, io sono al primo album. Loro ne hanno già fatti quattro".
E a proposito di album, a chi le fa notare che, tutto sommato, il suo non si discosta molto da tanti "prodotti" odierni, ad uso e consumo degli amanti del pop, risponde: "Io non sono un pacchetto. Sono una persona, e so cantare. Non coincido con un'operazione discografica: ho una voce bella, so usarla, e lo dimostrerò. Prima di quanto pensiate".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.