David Byrne (in arrivo in Italia): ‘Nessuna reunion dei Talking Heads’

David Byrne (in arrivo in Italia): ‘Nessuna reunion dei Talking Heads’
David Byrne, intervistato dall’edizione londinese del quotidiano gratuito “Metro”, ha affermato di non avere intenzione di riattivare i Talking Heads. “Non mi interessa ed è improbabile che una cosa simile possa accadere”, ha detto l’ex frontman della formazione statunitense. “Non ho così bisogno di soldi”. Byrne, 56 anni, nato in Scozia ma residente a New York City, nello scorso agosto ha pubblicato l’album “Everything that happens will happen today”; il disco è stato lavorato con Brian Eno ed è il primo del duo dal famoso “My life in the bush of ghosts” del 1981. Il compositore sarà presto in tour in Italia. Byrne si esibirà il 19 aprile a Senigallia, il giorno seguente a Verona, il 21 a Milano ed il 22 aprile a Modena.
Dall'archivio di Rockol - Racconta "American utopia"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.