Biografia

Julia Volkova e Lena Katina sono due teenager russe innamorate (così dicono) l’una dell’altra. Esordiscono nel 2001 con l’album cantato in russo 200 PO VSTRECHNOY e arrivano al successo con il singolo “Ya soshla s uma”. Il produttore Trevor Horn, già membro dei Buggles e produttore di Yes, Simple Minds e Art Of Noise, ascolta il loro album, se ne innamora e decide di tradurlo in inglese. Il disco diventa così 200 KM/H IN THE WRONG LANE; il singolo “All the things she said” scala le classifiche in Europa e negli Stati Uniti. Le ragazze fanno scalpore baciandosi in pubblico sul palco del Festivalbar 2002. È solo una mossa per attirare l’attenzione su di sé? Loro giurano: “Il nostro è vero amore”.
E invece Julia e Lena smentiranno in seguito di essere lesbiche, affermando di essere state manipolate dal produttore Ivan Shapovalov. Dopo avere tentato di cambiare il nome del duo in Tema, pubblicano il secondo album DANGEROUS AND MOVING nell’autunno 2005. Ma oramai l’effetto curiosità suscitato dalle due (finte) amanti è svanito. Dopo la pubblicazione nel 2008 dell’album in russo VESYOLYE ULYBKI (in italiano “sorrisi felici”), le t.A.T.u. arrivano con WASTE MANAGEMENT del 2009 al terzo disco anglofono. Nel 2011 il management del duo ne annuncia lo scioglimento: le due cantanti diventeranno soliste. Ma già nel 2012 le t.A.T.u. riappaino nel talent rumeno “Vocea româniei” per poi esibirsi il 7 febbraio nel pre show della cerimonia di apertura dei giochi olimpici invernali di Sochi, in Russia. Poco dopo viene annunciata l'uscita del nuovo singolo “Big Love Show”. (14 feb 2014)