Biografia

Regina Spektor nasce il 18 febbraio 1980 a Mosca ed è figlia di ebrei russi. Rimane in patria fino ai nove anni; qui ascolta i bootleg pop & rock di suo padre (un violinista e fotografo) e impara anche a suonare il piano. Poi con la sua famiglia si trasferisce nel Bronx, dove si immerge rapidamente nella cultura americana (la sua è l’unica famiglia russa della zona).
Continua a suonare il piano dove può, senza dimenticare le sue origini di ebrea (nel frattempo altre famiglie della stessa provenienza vanno a vivere vicino alla sua).
Durante i suoi studi (si diploma al conservatorio con lode) si appassiona al blues e al jazz e soprattutto a Billie Holiday, il che ha un forte impatto sul suo album di debutto del 2001, 11:11. Suona molto dal vivo nella scena folk newyorkese e pubblica un altro disco autoprodotto, 2002’S (2002); successivamente forma un gruppo con Alan Bezozi, il batterista dei They Might Be Giants, che le presenta Gordon Raphael, il produttore degli Strokes. Con lui lavora al suo terzo album, SOVIET KITSCH, tra New York e Londra. Nato come autoprodotto, quest’ultimo disco trova poi un’etichetta, la Sire Records.
Regina va poi in tour con gli Strokes, i Kings of Leon e altri; il suo singolo “Us” ha un certo successo e porta alla pubblicazione del cd/dvd MARY ANN MEETS THE GRAVEDIGGERS AND OTHER SHORT STORIES all’inizio del 2006; nell’estate 2006 segue BEGIN TO HOPE, sempre per la Sire Records, mentre nel 2009 esce FAR.
Regina Spektor torna ufficialmente sulle scene nel 2012, quando pubblica a giugno WHAT WE SAW FROM THE CHEAP SEATS, preceduto dal singolo "All the rawboats" e prodotto da Mike Elizondo. (01 giu 2012)