Biografia

Il materiale contenuto in questa biografia è tratto da un comunicato stampa inviato dai diretti interessati. Rockol lo pubblica senza assumere responsabilità sui contenuti, che non sono stati sottoposti a verifica redazionale.

Nasce in italia a viterbo (una delle tre citta’ papali della storia: roma, viterbo e avignon). La nonna di madok aveva un pluripremiato ristorante sul lago di bolsena dove re faruk d’egitto adorava andare a mangiare, ma il re frequentava anche la famiglia di max, e molti racconti a riguardo del re catturarono sempre la sua attenzione, influenzando la sua grande passione per la cultura araba.
Madok gia’ giovanissimo comincia a cantare, comporre canzoni e fare dei concerti anche grazie alla conoscenza di alcuni esponenti della mitica casa discografica rca a roma. Infatti fin da adolescente aveva gia’ sviluppato nomerose relazioni nell’universo musicale italiano (spiccano i nomi di franco migliacci, aldo donati, leo ferre’ ed ezio radaelli fra tanti altri).
Gia’ pur se quasi bambino il padre lo accompagnava agli studi rca dove max prendeva lezioni di canto da aldo donati (ex schola cantorum nella ex rca romana) e poi incontro’ negli stessi studi franco migliacci, famoso produttore discografico (attualmente presidente de la s.i.a.e.), che le fece fare molti provini per formarlo ad un eventuale mestiere nella canzone. Ma solo l‘incontro con l’artista leo ferre’ con il quale madok si fermava a parlare per ore fu costruttivo e determinante, donando al ribelle max (oggi madok) il coraggio di credere in se stesso come nel suo originale talento d’artista.
Numerose disavventure familiari, ma anche esperienze deludenti nell’ambiente romano, gli fecero decidere di lasciare roma a fine anni “80 e cosi anche il mondo della musica. Cosi parte per milano, dove si aprono nuove prospettive ma nel mondo della moda.
Infatti a milano incomincia una brillante carriera di fotomodello che lo porta a diventare uno dei primi piu’ celebri modelli internazionali nel pieno boom della moda italiana degli ”80. Diviene infatti il primo uomo che posa nudo nella storia della pubblicita’ italiana per una campagna molto nobile come quella dell’ a.i.d.o. (associazione italiana donatori organi), il primo modello ad avere interviste di sette pagine sul settimanale “amica” della rizzoli editore e diviene musa ispiratrice del mensile “max”. Ma resta anche il primo fotomodello free lancer nella storia, rivendicando la professionalita’ di questo mestiere in un libro presentato in tv su canale 5 al maurizio costanzo show nel 1989.
In seguito al successo internazionale ottenuto con la professione di fotomodello, improvvisamente lascia questo mestiere al culmine del successo e cosi anche l’ italia per andare a londra e poi a parigi, dove studia giornalismo. Lascia in seguito definitivamente anche l’europa per vivere negli u.s.a. ed esattamente a miami e poi a los angeles, dove incomincia una nuova carriera da giornalista internazionale e produttore fotografico e successivamente come fotografo (una recente intervista con alcune sue fotografie e’ pubblicata sul n* 52/ settembre 2004 del mensile australiano “blue magazine”). Questo articolo eloquente conferma max ercoli (suo vero nome) un grande fotografo professionale nonche’ importante giornalista, per esempio una sua inchiesta sui segreti del vaticano fu pubblicata dal quotidiano spagnolo “el mundo” nel 1999 ed e’ diventata una icona, visible nell’ ésploratore internet sotto la voce max ercoli.
Madok (ma con il suo nome d’anagrafe max) ha ottenuto publicazioni di sue produzioni fotografiche nelle piu’ prestigiose riviste mondiali (copertine e interni), ma ha anche realizzato interviste a grandi stars di hollywood come mickey rourke, faye dunaway, kevin bacon, gloria esteffan, olga guillot, madonna, nonche’ politiche come kelly castro e l’ex presidente nixon. Dalla sua ex agenzia di modelli & attori “serendipity” di atlanta, giorgia (usa) fu incoraggiato molte volte a inziare la carriera di attore, cosi perfeziono’ il suo inglese nella dizione all’universita’ di whittier (california) durante i suoi 9 anni americani, prese parte come attore a due films di produzione americana , ma max non amo’ mai il sistema cinematografico. Nel 1998 lascio’ gli stati uniti per ritornare in europa e quindi prepararsi a ritornare al suo grande primo amore: la musica. Oggi vive infatti a madrid e nizza (con frequenti viaggi in australia e asia) dove sta preparando materiale per un disco cd a respiro internazionale ma con carattere profondamente mediterraneo.
Un cd dove canta in sette lingue, naturale per. Madok che parla perfettamente 6 lingue ma che sta apprendendo anche l’arabo al centro culturale tunisino di nizza. Madok ha debuttato nell’ estate 2005 a un festival sloveno (luglio 2005) dove si e’ piazzato nelle prime posizioni su diciasette artisti finalisti e tutti dell’est europeo. Finalista anche al festival universong di tenerife (canarie) nel luglio 2006, viene poi premiato ai festival di rovigo (agosto 2006) e all’ultimo festival “note di fine estate” a venezia dove riceve due premi (artista rivelazione dell’anno e miglior interpretazione). Vince inoltre il premio nizzissima 2006, il festival mediterraneo patrocinato in costa azzurra (france). Conferma che l’ ambizioso progetto molto originale al quale sta lavorando con profondo amore le permettera’ ampie riconoscenze per l’ innovazione artistica nella musica. Infatti madok dopo anni di successi nel campo fotografico e di viaggi intensi per il mondo, vuole farsi un regalo, per l’anima. (10 apr 2007)