Biografia

Riceviamo dai diretti interessati la seguente biografia, che pubblichiamo senza interventi redazionali. La redazione di Rockol non è responsabile dei contenuti di essa.

E’ uno dei più prolifici artisti di ogni genere: più di 25 album propri e più di 150 della sua etichetta Ariwa Records. E’ un produttore con la stessa fama di Trent Reznor (Nine Inch Nail), Butch Vig e Flood.
Neil Fraser, nato e cresciuto in Guyana si è guadagnato il nome di Mad Professor fin dai tempi della scuola, quando passava il suo tempo con fili elettrici e circuiti anziché giocare a football o a cricket. All’età di dieci anni costruì la prima radio senza il beneficio di un manuale.
A tredici anni andò per la prima volta a Londra. Nel ’79 costruì il primo mixer, utilizzato insieme ai primi riverberi ed echi. Fu così che allestì il suo primo studio di registrazione fatto in casa che occupava il soggiorno nella sua casa al sud di Londra e lo chiamò Ariwa studio, dalla parola nigeriana comunicazione.
Iniziò così a registrare e produrre le prime band, ma dovette ben presto traslocare il suo studio viste le lamentele dei vicini. In questa fase registra il suo primo album “Dub me crazy” (1982) in casa, il montaggio dovette concluderlo però solo dopo il trasloco. La stessa celebre serie che negli anni '80 ha contribuito ad estendere la "mania" del dub anche fuori dai circuiti del reggae.
E’ un periodo di forte crescita: il suo studio si arricchisce sempre più di nuovi “equipaggiamenti”. Infiamma le dance hall, passando metà della sua vita portando il suo studio dub in strada, rompendo le barriere del suono ovunque: da Brixton a Birmingham, passando per Tokio, Mosca e Marsiglia.
Vent’anni dopo ha creato una delle più famose etichette reggae al mondo, trasformando lo studio inizialmente stazionato nel soggiorno di casa in un vero e proprio bastione della dub-reggae music.
L’Ariwa può contare su artisti come Lee “Scratch” Perry, Kofi, Sandra Cross, The Robotica, Pato Banton, Jah Shaka, Macka B. I cataloghi comprendono oltre 150 dischi e lunga lista di singoli.
Il segreto di tutto ciò è la sua etica lavorativa: “fa qualcosa ogni giorno” e non mostrare il minimo segno di cedimento. Mad Professor è anche molto richiesto per remixare brani di artisti come Massive Attack, KLF, the Beastie Boys, Rancid e Jamiroquai, Roni Size, Dj Krust e The Orb.
Ha anche il tempo di eseguire dei rari live, ricreando sul palco una versione rimpicciolita del suo studio, uno show profondamente dub miscelato alla drum’n’bass. Elettronica spontanea mixando un disco nuovo ogni notte: nel suo dub-show Mad Professor utilizza un ADAT a 8 tracce, un rack di effetti, ed un mixer per combinare il tutto, filtrando, equalizzando e mixando dal vivo. Le tracce originali vengono così follemente trasfigurate dal vivo, amplificate dal potente sistema del suono di I&I Project.
Fra i vocalist dell'Ariwa che completeranno il suo live a Bari, spiccano quelli di due donne: la nota cantante roots SISTER AUDREY, e la nuova rivelazione della scena dance hall inglese ZAKEYA. Stilisticamente si tratta di una proposta fondata sulla tradizione roots reggae del dub, ma che non mancherà di spaziare in varie direzioni, dalla dancehall al drum'n'bass, come succede nell'ultima produzione dell'Ariwa: "Techno reggae party", di Mad Professor e Lee Perry. (29 lug 2002)