Biografia

Nella metà degli anni ’70 nasce il progetto musicale Kraftwerk, basato su una miscela di elettronica minimale e obliqua denominata robot-pop. I due membri fondatori, Florian Schneider e Ralf Hütter, si conoscono al Conservatorio di Dusseldorf e iniziano la loro collaborazione all’interno del gruppo Organisation, con cui pubblicano TONE FLOAT nel 1970.
Sciolta la prima band, i due si ribattezzano Kraftwerk (centrale elettrica) e iniziano a lavorare nel loro studio esplorando le potenzialità dell’elettronica. Il loro album di debutto del 1971 si intitola semplicemente KRAFTWERK 1 e offre una visione della loro particolare estetica.
Dopo vari cambiamenti nella line up Hütter decide di lasciare, tornerà dopo l’uscita di KRAFTWERK 2 del 1972.
Quest’ultimo è registrato senza un batterista, sostituito da una drum machine che crea un’atmosfera “robotica” mai sperimentata prima e inconcepibile per molti artisti. Dopo alcuni concerti di grande successo, i due tornarono a lavorare al terzo album RALF AND FLORIAN (1973). Nel 1974, per la prima volta, viene pubblicato un loro album negli Stati Uniti, ed è subito un successo internazionale. Caratterizzato da un’apertura maggiore alla melodia, AUTOBAHN cristallizza definitivamente il sound Kraftwerk arricchito in quest’episodio dall’introduzione dell’organo moog.
RADIO-ACTIVITY (1975), un concept album dedicato alle trasmissioni radio, rappresenta il ritorno sulle scene del gruppo e, conseguentemente al successo acquisito, viene pubblicato sia in tedesco che in inglese.
I viaggi in treno sono il tema di TRANS-EUROPE EXPRESS (1977) con il quale il gruppo punta l’attenzione sulla meccanizzazione musicale.
Dopo l’uscita di THE MAN MACHINE (1978) i Kraftwerk scompaiono per riapparire nell’81 con COMPUTER’S WORLD, una riflessione sul predominio della tecnologia nel mondo. Nell’86 viene pubblicato ELECTRIC CAFE’ ultimo LP della band. Tredici anni più tardi esce il singolo “Expo 2000” (1999); il successivo album di inediti, TOUR DE FRANCE SOUNDTRACKS, vede la luce nel 2003, seguito da MINIMUM/MAXIMUM, disco dal vivo registrato tra 2004 e 2005.
Nel 2008 Schneider lascia la band e, l'anno successivo, esce 3-D (DER KATALOG), un box set che contiene tutti gli album in studio dei Kraftwerk pubblicati a partire dal 1974. (10 gen 2018)