Biografia

Nata nel 1938, Cora Walton - vero nome di Koko Taylor - cresce in una fattoria di Memphis, Tennessee, dove si appassiona al blues grazie alle canzoni ascoltate in chiesa e nello show radiofonico di B.B. King. Comincia a cantare il blues con alcuni amici di nascosto dai genitori, ascoltando numerosi artisti del genere: da Bessie Smith a Sonny Boy Williamson, da Big Mama Thornton a Sonny Boy Williamson e Howling Wolf.
Nel 1953 si trasferisce a Chicago con il suo futuro marito Robert “Pops” Taylor e ben presto si trova sui palcoscenici dei club dove si esibiscono i suoi ispiratori. Dopo l’esordio spinto da Willie Dixon nel 1962 con “It’s like heaven to me”, approda alla Chess per raccogliere immediato successo con brani come“I got what it takes”, “Wang dang doodle” e “Fire”. Dopo la chiusura della casa discografica, passa alla Alligator debuttando con il primo album I GOT WHAT IT TAKES del 1975, ottenendo nei trentotto anni di carriera numerosi riconoscimenti, tra cui quattordici W.C. Handy Awards (l’equivalente del Grammy nella comunità blues) e un Grammy (nel 1984), oltre al titolo di “Legend of the Year” datole dal sindaco di Chicago il 3 marzo 1993, che da allora nella città dell’Illinois è il “Koko Taylor Day”.
Dopo I GOT WHAT IT TAKES, nel 1978 esce THE EARTHSHANKER, un album che contiene alcuni suoi successi dal vivo; seguono FROM HE HEART OF A WOMAN (1981) e BLUES EXPLOSION, quest’ultimo in realtà una compilation di vari artisti che le permette di vincere il Grammy. Nel 1985 viene pubblicato QUEEN OF THE BLUES che anticipa LIVE IN CHICAGO: AN AUDIENCE WITH THE QUEEN.
A seguito di un incidente che porta conseguenze per la sua salute e per quella del marito – che infatti muore poco dopo – la Taylor abbandona per circa tre anni le scene. Ritorna nel 1990 con JUMP FOR JOY e nello stesso anno compare in un cameo nel film di David Lynch “Cuore Selvaggio”. Segue nel 1993 FORCE OF NATURE e – dopo un silenzio di diversi anni durante i quali si risposa e comunque prosegue a esibirsi dal vivo – viene pubblicato ROYAL BLUE, che si avvale della presenza di grandi artisti come B.B. King, Kenny Wayne Shepherd e Johnnie Johnson. Dopo una pausa forzata ancora per problemi di salute nel 2007 esce invece OLD SCHOOL. Scompare nel giugno 2009 all'età di 80 anni per complicazioni insorte dopo un intervento chirurgico all'intestino. (06 giu 2009)