Biografia

I Capercaillie si formano negli anni Ottanta in Scozia dall’incontro tra i compagni di liceo Karen Matheson e Donald Shaw decidono di formare una band con il canadese Marc Duff (bodhran e whistle), Joan MacLachlan (violino e voce), Shaun Craig (chitarra e bouzouki) e il bassista/violinista Martin MacLeod.
Dopo essersi costruito una certa fama locale il gruppo esordisce con CASCADE (1984), album registrato in soli tre giorni e acclamato dalla critica specializzata come una ventata di aria fresca nel panorama del folk revival. Ma è solo nel 1988 che il gruppo comincia ad ottenere i primi confortanti riscontri commerciali con THE BLOOD IS STRONG, colonna sonora della serie televisiva “Gaelic Scots”. Il chitarrista Manus Lunny entra in formazione (più volte rimaneggiata nel corso degli anni) nel 1989 e con il quarto album SIDEWALK (prodotto dal fratello di Manus Donal Lunny) la band comincia a incorporare brani cantati in lingua inglese, raggiungendo così un pubblico più vasto in patria. Per tutti gli anni ’90 i Capercaillie si affermano come realtà vitale nel panorama musicale scoto-gaelico grazie specialmente a DELIRIUM (1991), che fonde influenze tradizionali e moderne: la loro versione di “Coisich a ruin”, un brano di oltre quattrocento anni fa, diventa la prima canzone scoto-gaelica a entrare nella Top 40 del Regno Unito, spianando la strada ad album come GET OUT (1992, in parte dal vivo), SECRET PEOPLE (1993) e CAPERCAILLIE (1994). Il gruppo continua a mantenere il proprio marchio di fabbrica sonoro anche nel corso dei successivi ROB ROY (1995, colonna sonora), TO THE MOON (1996, il loro album più famoso) e BEAUTIFUL WASTELAND (1997). Dopo una lunga pausa riflessiva, NADURRA giunge a smentire le voci di un presunto scioglimento. Nel 2003 segue CHOISE LANGUAGE, mentre nel 2008 è la volta di ROSES AND TEARS, lavoro più recente del gruppo. (07 dic 2009)