Biografia

Bloody Beetroots è lo pseudonimo dietro il quale si nasconde il produttore e DJ Sir Bob Cornelius Rifo, che nelle esibizioni live si fa accompagnare da Tommy Tea. Bloody Beetroots arriva da Bassano del Grappa, cresciuto a musica classica e punk e solo in un secondo tempo con l'elettronica. Nel 2007, Bob firma per l’etichetta statunitense Dim Mak Records, casa produttrice con sede ad Hollywood, sotto l’egida di Steve Aoki, pubblicando gli EP Rombo (2008), Cornelius (2008) e Warp Feat. Steve Aoki (2009).
Dopo aver tenuto infuocati DJ set in tutto il mondo (dal vivo Bob e Tommy si presentano sempre mascherati), nel settembre del 2009 ecco ROMBORAMA, venti brani nei quali sono protagonisti la cassa dritta e l'electro da dancefloor, ma dove non mancano episodi più tranquilli ed eterogenei.

Dopo il successo del disco, esce BEST OF…REMIXES, lavoro che contiene i migliori remix fatti con altri artisti. Il primo singolo estratto è "Baseball bat” di Hervé, realizzato in collaborazione con la vocalist Marina Gasolina.
Bloody Beetroots diventa dal vivo un trio formato da Tommy Tea e Edward Grinch (conosciuto come Death Crew '77).
Il progetto si evolve ancora e in versione live Bloody Beetroots diventa una vera e propria band: intanto Bob Rifo continua a lavorare al suo nuovo disco. Anticipato dal singolo “Chronicles of a fallen love”, esce a settembre del 2013 il secondo album HIDE, che vanta collaborazione di altissimo livello come quelle con Paul McCartney, Tommy Lee dei Motley Crue e Peter Frampton e che miscela l'electro con sfumature rock, punk, pop e funk.
Nel 2014 partecipa al Festival di Sanremo, accompagnando sul palco Raphael Gualazzi. In contemporanea esce l'EP ACCIDENTALLY ON PURPOSE, in collaborazione con Gualazzi. La coppia si classifica seconda, dietro la vincitrice Arisa. Intanto Rifo ripensa il suo progetto e annuncia una nuova sigla dietro cui si esibisce in dj set in giro per il mondo, SBCR. Nel 2017 riprende l'attività come Bloody Beetroots e pubblica THE GREAT ELECTRONIC SWINDLE, album dal suono più rock pieno di ospiti cantanti, da Perry Farrell dei Jane's Addiction ai Jet. (23 ott 2017)