VIRGIN PRUNES

Rolf Vasellari

Voto Rockol: 4.0 / 5

Una band peculiare, atipica, unica come i Virgin Prunes non poteva che essere raccontata in un volume bizzarro e speciale. Un libro che, stando a quanto dichiarato nelle note di copertina, risale nella sua edizione originale al lontano 1985 – anno in cui uscì per una piccola casa editrice di Zurigo. Per poi divenire introvabile.

La Crac ora lo rende disponibile, in lingua italiana, ed è decisamente un lavoro intrigante anche per chi non è necessariamente un fan della musica – ostica, come noto – dei Prunes. Il libro, infatti, ha una forma disorganica e volutamente frammentaria, come uno scrapbook o un diario che raccoglie frammenti, interviste, saggi, foto, disegni… una disorganica organicità che dipinge un quadro esaustivo dell’universo della band, dei suoi componenti e di chi vi ha gravitato intorno.

Spesso si vola alto, affrontando concetti filosofici o comunque importanti… ma anche se il tutto non si contraddistingue certo per leggerezza e levità, il risultato è che l’attenzione e il desiderio di approfondire sono sempre ben vivi.

Un bel libro che – come già dicevo – prescinde dal fattore strettamente musicale e può essere goduto anche come semplice gesto letterario/saggistico.

(Andrea Valentini)