«VH1 STORYTELLERS - Bruce Springsteen» la recensione di Rockol

Bruce Springsteen - VH1 STORYTELLERS - la recensione

Recensione del 05 set 2005

La recensione

La serie “Storytellers”, ideata e prodotta dal giornalista Bill Flanagan per VH1, prevede un format particolare: non le solite performance televisive di artisti e delle loro canzoni, ma anche il racconto in prima persona dellle storie che hanno portato alla loro creazione. Un “format” semplice e geniale allo stesso tempo, che nel corso degli anni (dal ’96 a oggi) ha visto gente come Tom Waits, R.E.M., David Bowie, Paul Simon, Sting suonare e raccontare la loro musica.
In questa serie mancava un nome: Bruce Springsteen, il narratore per eccellenza della musica americana. Il Boss ha colto l’occasione di dover lanciare un disco “cantautorale” come “Devils & dust” per registrare il suo “Storytellers”. Girato lo scorso 4 aprile e mandato in onda il 23 dello stesso mese, si è trattato di un evento unico. Anche se nella versione andata in onda in TV ha scontentato non pochi fan: nel montaggio i racconti delle canzoni inframezzavano le performance (rigorosamente acustiche, con chitarra o piano) delle canzoni, non facendo godere ne gli uni ne le altre.
Rimedia a tutto questo DVD, che contiene l’intera performance (8 canzoni, comprese quelle non andate in onda in TV) completamente rimontata in maniera sequenziale: le storie separate dalle performance.
Il risultato è un piccolo gioiello, con il Boss che suona brani storici (“Blinded by the lights”, “Thunder road” eccezionalmente eseguita al piano, “Nebraska”, “Brilliant disguise”) alternandoli ad altri più recenti (le nuove “Devils & dust”, “Jesus was an only son”, le recenti “The rising” e “Waiting for a sunny day”), spiegandole poi parola per parola, raccontando aneddoti (la cui comprensione è facilitata dai fondamentali sottotitoli in italiano che permettono di fruire appieno il tutto).
Parlare di musica è come parlare di sesso; si può fare, ma è meglio una dimostrazione: questo sostiene Springsteen, che poi aggiunge che la sua musica la “sente”, più che pensarla. Chiunque abbia un minimo di dimestichezza con la musica di Springsteen lo sa già. “Mi sembra di conoscerti. E possibile?” chiede un fan, nel botta e risposta finale. “No”, risponde gentile ma deciso Springsteen, sottolineando la separazione tra il personaggio pubblico che appare nelle canzoni e la persona reale. Questo DVD permette di rafforzare l’illusione, raccontando qualche retroscena dello Springsteen narratore.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.