«MAKING MIRRORS - Gotye» la recensione di Rockol

Gotye - MAKING MIRRORS - la recensione

Recensione del 01 apr 2012

Voto 6/10

La recensione

In Inghilterra e in Australia (dove l’artista, nato in Belgio, vive da quando aveva due anni), Gotye era già diventato un artista cult grazie al precedente “Like drawing blood”, uscito nel 2005.

Il resto del mondo, Italia inclusa, l’ha conosciuto e adottato con “Somebody that I used to know”, deliziosa filastrocca cantata a due voci con la neozelandese Kimbra che è diventata un fenomeno mondiale anche grazie a un bellissimo video che spopola su YouTube. E che, questa è la buona notizia, non è l’unico punto forte di questo suo terzo album confezionato con grande cura artigianale miscelando pop e sperimentazione, belle melodie a un ricco campionario di percussioni, elettronica a strumenti vintage ed esotici spesso campionati e riprodotti al computer. Gotye si muove tra Peter Gabriel e The The, Sting e Talk Talk, ma con una impronta personale che giustifica l’ “hype” che oggi lo circonda.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.