Recensioni / 03 nov 2009

Nirvana - BLEACH (DELUXE EDITION) - la recensione

BLEACH (DELUXE EDITION)
Sub Pop
Correva il giugno del 1989 quando l'etichetta americana Sub Pop diede alle stampe “Bleach”, il primo album di una band di Seattle chiamata Nirvana. Il disco vendette 40.000 copie e forse in pochi potevano pronosticare che qualche anno dopo (sull'onda dell'incredibile successo di “Nevermind”) sarebbe arrivato a quasi 2 milioni di copie nei soli States.
Corre il 3 novembre del 2009 quando l'etichetta Sub Pop decide di celebrare il ventesimo anniversario di “Bleach” dando alle stampe una deluxe edition dell'album. La pubblicazione, disponibile in CD o in doppio LP (in vinile bianco come la stampa originale), include i tredici brani del disco rimasterizzati per l'occasione dallo stesso produttore dell'epoca Jack Endino e ben dodici episodi inediti registrati dal vivo il 9 febbraio del 1990 al Pine Street Theatre di Portland, tra cui la cover dei Vaselines “Molly's lips”, “Been a son” e “Sappy”. I nastri originali sono stati remixati sempre dallo stesso Endino.
Da segnalare anche il booklet di ben 52 pagine che accompagna il CD, con numerose foto inedite di Kurt Cobain e soci.