«GABRIELLE: RISE - Gabrielle» la recensione di Rockol

Gabrielle - GABRIELLE: RISE - la recensione

Recensione del 25 dic 1999

La recensione

In principio era stato il singolo "Dreams", costruito su un campione di "Fast car" di Tracy Chapman, a farla diventare popolare: la benda sull'occhio aveva fatto il resto, e di Gabrielle si erano occupati tutti. Dopo due album ("Find your way" e "Gabrielle") l'interprete black inglese torna adesso con "Rise", terza prova che ne sottolinea la caratura soul e anche diverse sfaccettature pop. Un album non accolto particolarmente bene dalla stampa d'oltre manica, ma che non si discosta molto dalle sue migliori prove. 11 canzoni, alla produzione ci sono, tra gli altri, Johnny Dollar (Massive Attack, Neneh Cherry) e Richard Stannard (The Spice Girls).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.