«HUMAN BEING - Seal» la recensione di Rockol

Seal - HUMAN BEING - la recensione

Recensione del 01 dic 1998

La recensione

Con questo nuovo disco, Seal ha inciso, in tutto, tre album. Solamente tre.
Ci soffermiamo su questa constatazione, perché chi non è completamente digiuno di cose pop dovrebbe aver presente, nella sua memoria sonora, quello che potremmo definire lo "stile Seal", quel soul malinconico con venature bianche e "orchestrali" provenienti da Trevor Horn, per la terza volta suo mentore.
"Human Being" consolida questo stile. Una voce e un suono in grado di far dire immediatamente, a chi captasse una sua canzone per radio: "Questo è Seal". Non è un risultato da poco, dopo due dischi. Se ne deduce altresì che questo tipo di ballate corpose e - lo ribadiamo, perché è un aspetto che colpisce immediatamente - tristi, è esattamente quanto la coppia Seal-Horn si propone. Il risultato è formalmente impeccabile, e risulta evidente che in "Human Being" la personalità di Seal è fotografata nel migliore modo possibile. Ma chi ascolta sente la mancanza di quel guizzo capace di illuminare la via nel crepuscolare insieme dell’album; spiace dirlo, ma manca il graffio di "Killer" o il volo di "Crazy". O, se non altro, il barocco di "Kiss from a rose". Mancano perché lo "stile Seal" è sempre più approfondito e lontano da esperimenti ad esempio con il rap o il rock. Ma è giusto chiedere al fotografo Horn, ormai parente pentito di quello straordinario illusionista che caratterizzò il pop degli anni ’80, di ritoccare la fotografia che lo ritrae così, nudo, al naturale?

Tracklist:

Human beings
State of grace
Latest craze
Just like you said
Princess
Lost my faith
Excerpt from
When a man is wrong
Colour
Still love remains
No easy way
Human beings reprise
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.