«È UN MOMENTO DIFFICILE, TESORO - Nada» la recensione di Rockol

Per Nada “E’ un momento difficile, tesoro”

“E’ un momento difficile, tesoro” è il nuovo album di Nada

Recensione del 22 gen 2019 a cura di Paolo Panzeri

La recensione

Nel 2019 cadono i cinquanta anni da che Nada Malanima da Gabbro, in provincia di Livorno, recita un ruolo nella musica italiana. Aveva solo quindici anni quando, ragazzina, salì sul palco del festival di Sanremo per presentare, nel 1969, “Ma che freddo fa”. Due anni più tardi, non ancora maggiorenne, Sanremo addirittura lo vinse con un brano che si è ritagliato un posticino nella storia della nostra canzone, “Il cuore è uno zingaro”.

Ecco, se andate a rivedervi i filmati di quelle due esibizioni e li mettete a confronto con “Dove sono i tuoi occhi”, il video del primo singolo del suo nuovo album “E’ un momento difficile, tesoro”, ebbene, Nada ha certamente, come naturale che sia (lo scorrere del tempo è inesorabile e nessuno risparmia), subito dei cambiamenti ma non così decisivi, è davvero molto simile a ciò che era. E’ questo, credo, il suo segreto: non c’è finzione. Così come il suo volto anche la sua musica non finge, a costo di riuscire indigesta, incompresa o non allineata con il ‘suono’ del tempo.

Il titolo del nuovo album è quindi una fotografia di come si sente, di come sta, di quel che intende, l’interprete toscana in questo ultimo periodo della sua vita. Alla produzione figura John Parish, cantautore inglese noto, tra le altre cose, per avere collaborato da molto vicino e per lunghi anni con PJ Harvey. Non una novità questa unione, piuttosto un ritorno quello di Parish alla supervisione di un album di Nada. I due, infatti, fecero squadra quindici anni fa per l’album “Tutto l’amore che mi manca”. Il nuovo disco è stato registrato in Inghilterra, a Bristol, dove Nada si è trasferita per circa un mese. Città in cui è di casa oltre che il produttore, anche Pete Judge, tromba del giro dei Portishead che, tra una birra e l’altra, ha colto l’occasione per collaborare in tre canzoni.

La title track è la prima canzone in scaletta ed è anche il brano in cui vanno a disporsi sul tavolo temi e toni che caratterizzeranno l’intero “E’ un momento difficile, tesoro”. La canzone è diretta, senza orpello alcuno nella musica e nel testo, completamente dominata dalla carismatica voce di Nada, “ho troppe cose e nessuna che mi tiri su”. “All’ultimo sparo” è una riflessione paradigmaticamente amara su di un destino che ci chiama, di generazione in generazione, a replicare vecchi errori. Intimista è “Due giorni al mare”, la tregua – intiepidita dalle tastiere - che la maggior parte di noi chiede almeno una volta nella propria vita per cercare pace e, magari, ritrovare buoni motivi per riprovarci con più convinzione. La successiva “O Madre” è la preghiera che, universalmente, si solleva nel momento dello sconforto più buio alla ricerca di un appiglio immateriale. Alla metà del guado giunge il primo singolo, “Dove sono i tuoi occhi”: una richiesta sempre più urlata di aiuto nel momento di maggiore bisogno, “Molto chiaro che la mia vita crolla su se stessa e non lascia niente dietro di sé”. L’ottimismo non ha cittadinanza in “Disgregata”, un titolo che è autoesplicativo. “Stasera non piove” e “Macchine viaggianti” esplodono ulteriormente il tema. Uno spiraglio di luce viene da “Lavori in corso”, “va la vita, va leggera, come l’anima nella sera, che ha perso la sua strada ma cerca una atmosfera”. Organo e tromba sottolineano “Un angelo caduto dal cielo” e, anche qui, la speranza si fa strada e l’angelo ritrova le forze per riprendere il suo volo.

“E’ un momento difficile, tesoro” è minimale e misurato, omogeneo e compatto. Un album che può dirsi ben fatto. Lo riconosce la stessa Nada che ha dichiarato di essere soddisfatta di come è riuscito questo lavoro, un lavoro che – parole sue, all’apparenza contraddittorie - forse non è divertente ma che rende felici. Parole che personalmente sottoscrivo: un disco certamente poco divertente e consolatorio, ma che sono felice di avere ascoltato.

TRACKLIST

02. All'ultimo sparo (03:43)
03. Due giorni al mare (03:49)
04. O Madre (04:48)
06. Disgregata (03:46)
07. Stasera non piove (04:11)
08. Macchine viaggianti (04:04)
09. Lavori in corso (04:55)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.