«PANORAMA - Superga» la recensione di Rockol

Superga: leggi qui la recensione di "Panorama"

Disco d'esordio per i "Superga", cinque pezzi tra dream-pop, sintetismi e un tocco di psichedelia vecchio stile.

Recensione del 10 giu 2018 a cura di Marco Jeannin

La recensione

Andrea Messina (voce, chitarra, synth), Matteo Conte (voce, chitarra, synth), Michele Di Muro (basso, synth): loro sono i Superga, tre ragazzi pugliesi ma di stanza a Roma. Alle spalle hanno due EP e un disco con i Mai Personal Mood ma dal 2016 si muovo con la nuova ragione sociale che promuove un dream e synth-pop dai contorni psichedelici, cantato in inglese: nel rooster delle reference e degli ascolti dichiarati mettiamo Gorillaz, Grizzly Bear, Flaming Lips, Beatles e Velvet Underground, giusto per non farci mancare nulla.

Dopo aver pubblicato due singoli a mo’ di traino, “Up” e “Get Down”, i Superga sono entrati in studio per dare forma alla loro prima pubblicazione ufficiale, questo “Panorama” Ep che di pezzi ne conta cinque e si pone come punto di partenza per una band nata semplicemente dalla voglia dei tre componenti di mettersi in gioco con qualcosa di nuovo.

Un entusiasmo che si riflette nella freschezza di pezzi come l’opening “Glimpse” o nelle rarefazioni di “The universe”, ballad compassata in cui i synth rivendicano una posizione di predominio rispetto alle chitarre, creando un’atmosfera molto rilassata, quasi da piano bar. Un pezzo alla Arctic Monkeys ultima maniera, tanto per capirci. E se “Rabbit” declina questo mood andando a tingersi di psichedelia dai toni vintage (soprattutto nella seconda parte), “Supermaket shelf” fa lo stesso ma in chiave più pop grazie anche ad una melodia efficace che lo rende uno dei momenti migliori del disco. Sintesi di tutto questo (per ora) breve percorso è la conclusiva “Railing”, pezzo molto interessante in cui i Superga si permettono di osare un po’ di più giocando con le distorsioni, anticipando quella che potrebbe essere la strada futura del gruppo. Perché un primo EP che si rispetti serve proprio a questo: a chiarire le idee in partenza per poi prendere una direzione precisa. 

Registrato e prodotto dai Superga ai Boa Studio, mixato da Andrea Messina e masterizzato per metà da Andrea Corvo presso i Synthesis Recording Studio a Roma e per metà da Stefano Manca presso i Sudestudio a Lecce, “Panorama” è un primo assaggio di una band che ha gusto, entusiasmo e del potenziale. Il mio augurio è che i tre si lascino andare, ragionando il loro futuro (EP o LP che sia) sulla scia di “Railing”, spingendo cioè sempre di più sul lato più sperimentale e psichedelico. Per ora comunque bene così.

TRACKLIST

01. Glimpse
02. Rabbit
03. Railing
04. The universe
05. Supermarket shelf
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.