«TEASER 40TH ANNIVERSARY VINYL BOX SET - Tommy Bolin» la recensione di Rockol

Tommy Bolin - TEASER 40TH ANNIVERSARY VINYL BOX SET - la recensione

Recensione del 03 giu 2015 a cura di Andrea Valentini

La recensione

Tommy Bolin ha bruciato le tappe nella vita, così come nella morte – non è nemmeno arrivato a far parte del fatidico club 27, visto che ha abbandonato il campo a soli 25 anni, nella notte fra il 3 e il 4 dicembre del 1976 (la causa del decesso la potete immaginare e non è l’indigestione di insalata, ecco). Eppure in così poco tempo ha forgiato una vera e propria leggenda, tanto che se fosse ancora vivo – maledizione! – sarebbe nell’esclusiva élite dei grandissimi della sei corde, insieme a gente come Jimmy Page, Tony Iommi, Ritchie Blackmore, Joe Satriani ed Eddie Van Halen, per citarne giusto una manciata.

“Teaser” è il primo dei due dischi solisti che Bolin ha pubblicato e, in occasione del quarantesimo anniversario dell’uscita, UDR/Warner lo ristampa con l’idea netta di titillare sensi e cuori dei collezionisti, confezionando un oggetto intrigante. Siamo, infatti, di fronte a un box con ben tre lp (sì, tre album in vinile), un doppio cd e un booklet da una dozzina di pagine. I tre vinili contengono 15 brani – i nove della release originale del 1975 e sei outtake che arricchiscono un piatto già variegato e intrigante di per sé. I due cd live (raccolti insieme col titolo “The best of live”), invece, compilano una serie di performance dl vivo incise in differenti location e momenti.

Caricamento video in corso Link


Anche a quattro decenni di distanza è palese che “Teaser” è un lavoro che in sé porta quel tocco universale, quella specie di magia, che rende certi dischi resistenti al passare di tempo, mode e generi. A questo aggiungiamo la prossimità con un’altra leggenda, quella dei Deep Purple: Bolin, infatti, prima che le session di “Teaser” si concludessero, fu chiamato – e accettò l’offerta – dalla band che era in cerca di un nuovo chitarrista (da questa collaborazione scaturì l’album “Come taste the band” – l’unico dei Purple con Bolin).
“Teaser”, quindi, beneficia anche di una sorta di flusso – uno scambio di energia creativa, più propriamente – fra Bolin e la leggendaria rock band britannica. Tanto che fra i due dischi ci sono diversi punti di contatto, essendo nati in pratica dal medesimo humus e contesto ispirazionale. Senza contare il fatto che, pur non essendo citati nei credits, a "Teaser" hanno collaborato Glenn Huges e Jon Lord (rispettivamente bassista e pianista/organista dei Purple), tanto per chiudere il cerchio.
In sostanza, questo è un album Rock (maiuscolo), senza connotazioni di genere a senso unico, ma eclettico ed evidentemente espressione di un talento speciale. Si toccano il jazz, il blues, la British Invasion, l’hard rock, il reggae, con la capacità di rendere il tutto omogeneo, ma senza “smarmellare” e ridurre in poltiglia. E questa riedizione in box è un’ottima occasione per riscoprire o (scoprire) “Teaser”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.