«BEST OF AGRICANTUS - Agricantus» la recensione di Rockol

Agricantus - BEST OF AGRICANTUS - la recensione

Recensione del 22 lug 1999

La recensione

Non poteva esserci un regalo migliore, per festeggiare i 10 anni di carriera del gruppo palermitano degli Agricantus, che la pubblicazione di una loro antologia per il mercato statunitense, distribuita dall’etichetta World Class. Segno, neanche troppo sorprendente, che le frontiere e le barriere della musica sono sempre meno invalicabile di ciò che vorrebbero governare, e cioè la musica stessa. Gli Agricantus vengono da lontano, musicalmente, hanno sempre fatto dischi per passione e con passione, guadagnandosi in Italia un seguito sempre crescente di pubblico. Non poco rilevante è stata, ai fini della loro esplosione come fenomeno sia pure ‘ di nicchia’, la forte personalità della voce di Rosie Wiederkehr - svizzera innamorata della musica e poi della Sicilia – capace di catturare l’immaginario del pubblico non solo nei dischi del gruppo ma anche in un paio di colonne sonore come “Il bagno turco” e “I giardini dell’Eden”. Se è vero che l’album che ha in qualche modo sancito la svolta del gruppo è stato “Tuareg” (1996), è anche vero che la svolta trance-world è stata anticipata da una serie di lavori che hanno permesso agli Agricantus di esplorare il patrimonio folk mediterraneo e di rielaborarlo alla propria maniera. Tra i brani imperdibili di questa raccolta vanno segnalati “Com’u ventu” – contenuto in origine anche nella compilation “Canti sudati”, edita qualche anno fa da Il Manifesto -, “Carizzi d’amuri”, “Hala hala” e “Amatevi” – proveniente proprio dalla colonna sonora di “I giardini dell’Eden” -, mentre un paio di ottimi brani si segnalano anche dal loro ultimo album “Kaleidos” (è il caso di “Occhi chi nascinu” e la splendida e conclusiva “Loosin”). Una compilation da accogliere come una lieta notizia, ricompensa più che meritata per un gruppo coraggioso e originale, italiano e internazionale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.