«DETERMINATION - God Forbid» la recensione di Rockol

God Forbid - DETERMINATION - la recensione

Recensione del 23 giu 2001

La recensione

Al di là dal nome, diciamo subito che gli americani God Forbid non sono certo un'altra di quelle formazioni di metal "satanico" altrimenti detto "black", il cui astio nei confronti della religione si materializza in inni blasfemi e simboli maligni. Il metal dei God Forbid è un sano e onesto deathcore brutale, che trae formazione dal sound di connazionali quali Sepultura, Hatebreed, Pantera e Morbid Angel. Il vocalist Byron Davis lascia pochissimo spazio alle armonie vocali, preferendo piuttosto un approccio urlato e isterico, simile a quello di Jamey Jasta (Hatebreed). Sono rari gli episodi in cui l'ugola di Davis si calma per posizionarsi su linee morbide, simili al parlato e utili soprattutto per i cambi di tempo. Per quel che riguarda gli altri nomi i Morbid Angel sono il paragone adatto per le certi riff death di marca floridiana nelle chitarre diaboliche dei due fratelli Coyle. Per i Pantera il paragone vale invece se si nominano i momenti in "moshing", rintracciabili in molti dischi dei texani. Quello che evidenza certamente questo "Determination" è l'impressionante sezione ritmica supportata dal bassista John Outcalt, ma soprattutto dal batterista Corey Pierce: vera mitragliatrice delle pelli (tipica la cavalcata death nella detonante "God's last gift"). La furia selvaggia di "Nothing", "Go your own way" e "Broken promise" non prende prigionieri e sono solo "Determination pt.2" e "A reflection of the past" gli unici due brani che concedono un attimo di respiro. In questo album è racchiuso tutta l'essenza del death/thrash metal americano ed i God Forbid hanno dimostrato ampiamente di essere una di quelle formazioni degne di essere menzionate come pietre di paragone negli anni a venire.

(Angelo Ferrari)

TRACKLIST

01. Dawn of the millennia
02. Nothing
05. Network
06. Wicked
11. A reflection of the past
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.