«BORN TO DO IT - Craig David» la recensione di Rockol

Craig David - BORN TO DO IT - la recensione

Recensione del 14 ott 2000

La recensione

La prima volta che lo abbiamo notato era in “Re-rewind”, primo episodio di ‘2step’ in cima alla classifica inglese. Era sua infatti la voce soul che si insinuava nell’incedere sincopato di quel disco, a nome del duo Artful Dodger. Da allora, Craig David si è guadagnato grande rispetto e notorietà nonostante la giovane età. Di lì a poco ha pubblicato la sensuale “Fill me in”, singolo che lo ha confermato come la novità più interessante (e esportabile) del soul/r&b inglese. Questo “Born to do it” è il suo album di debutto, disco che abbonda di riferimenti al soul della vecchia scuola americana, ma anche all’r&b che spopola oltreoceano.
Craig David compone le sue canzoni e le canta con autorevolezza, cosa di cui è consapevole, visto che nei ringraziamenti sul booklet del Cd, scrive: ‘Ho imparato così tanto in così poco tempo’. Il suo è di certo un talento naturale che bene si evidenzia in canzoni come “Seven days”, “You know what”, “Booty man” e “Rendezvous”.
“Born to do it” si allinea perfettamente ai trend americani pur essendo un progetto inglese e pur non utilizzando i produttori che di quei suoni ne hanno fatto una bandiera: uno su tutti, Rodney “the darkchild” Jerkins. Un lavoro di maniera? Innegabile, ma Craig David ha dalla sua quella indipendenza necessaria per non essere asservito alla monotonia di certi produttori ‘con lo stampino’.
(Alessandra Zacchino)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.