«EMERGENCY & I - Dismemberment Plan» la recensione di Rockol

Dismemberment Plan - EMERGENCY & I - la recensione

Recensione del 30 set 2000

La recensione

Dei Dismemberment Plan si è sentito parlare in giro soprattutto perché hanno aperto i concerti dei Pearl Jam, nientemeno. Non avendo assistito agli spettacoli, si potrebbe temere di trovarsi di fronte a uno dei tanti gruppi intenti a cercare di cavare qualcosa dal cadavere ormai putrefatto del grunge, sotto la confortevole ombra dei grandi superstiti di quella scena. Niente del genere, per fortuna. “Emergency & I” è un album che può anche non piacere, ma evita qualsiasi parentela musicale con Vedder e soci. Dare un’idea di quello che facciano i Dismemberment Plan è piuttosto difficile, perché il canovaccio strumentale più classico del rock (chitarra, basso e batteria) viene messo al servizio di composizioni che di classico non hanno granché, senza per questo sbilanciarsi sul versante dell’estremismo sperimentali. Chiaro? Ovviamente no, ma non potrebbe essere diversamente per un gruppo che ha attirato paragoni con nomi disparati (da Minutemen e Shudder to Think fino a Kool & the Gang). A dire la verità, anche gli accostamenti più bislacchi hanno una qualche ragione di essere, in questo caso: certe ritmiche ad esempio fanno pensare a infiltrazioni black, trattate comunque con uno stile che ha radici nella scena post-punk americana. Il fatto che incidano per l’etichetta dei Jawbox dà un’indicazione utile sul tipo di suoni a cui sono dediti i Dismemberment Plan, ma il dato fondamentale è che la band si muove in una direzione del tutto personale, con brani che non sempre hanno il pregio dell’immediatezza, ma riescono spesso a convincere, in particolare quando trovano il giusto equilibrio (“You are invited” e “Gyroscope” sono due esempi eloquenti). “Emergency & I” è un disco apprezzabile, ma richiede un minimo di attenzione per farsi comprendere appieno.
(Paolo Giovanazzi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.