Nomadi: è già disco di platino (e non è ancora uscito!)

Nomadi: è già disco di platino (e non è ancora uscito!)
«Non è ancora tempo di bilanci per i Nomadi. Non penso ancora al momento di attaccare gli strumenti al chiodo», dice Beppe Carletti, nel presentare "Una storia da raccontare", il ventiquattresimo album del gruppo. Un disco che nelle prime settimane verrà offerto con il 10% di sconto («Visto che lo Stato non abbassa l'Iva, noi abbassiamo il prezzo») e che vede entrare a pieno titolo nel gruppo Massimo Vecchi, bassista (e cantante in un pezzo); viceversa, Andrea Pozzoli, come già aveva annunciato, darà l'addio alla fine del tour del 1998.
E' anche il primo disco dei Nomadi ad essere prodotto da Carletti, che spiega di aver cercato di rendere il suono del gruppo più duro, più rock. Il fondatore del complesso ha anche risposto a chi gli chiedeva un ricordo di Lucio Battisti. «Nel 1967, mentre preparavamo il primo album, incontrammo lui e Mogol. Lucio ci fece ascoltare alcune canzoni, tra cui "Non è Francesca". Ci piaceva, ma la proposta che ci fecero era quella di suonare esclusivamente le loro canzoni. Però noi eravamo legati a Francesco Guccini».
Il gruppo è pronto a ricevere l'abbraccio del suo pubblico: «Se non avete mai visto un nostro concerto, vi siete persi qualcosa. Non tanto per noi, quanto per la gente. Non so quanti artisti abbiano dei fans che gli sono altrettanto vicini, e che fanno costruire ambulanze e scuole». E la casa discografica porta le prove dell'amore con cui sono seguiti i Nomadi: solo con le prenotazioni, "Una storia da raccontare" è già disco di platino, annunciano alla CGD.
Dall'archivio di Rockol - Beppe Carletti racconta “MIlleanni”, il nuovo album
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
6 nov
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.