Il nome da tenere d'occhio nel 2007? Mark, figlio di Mick del gruppo di Bowie

Il "Daily Star", tabloid britannico che spesso è più attento al fatto che Britney abbia o meno le mutande quando esce di casa piuttosto che al rock, ogni tanto ha qualche felice intuizione. In particolare è il giornalista Joe Mott, uno che gira e va a vedere un sacco di concerti, ad estrarre a volte dal cilindro delle simpatiche chicche. L'anno scorso il reporter aveva giurato che nel 2006 sarebbero esplosi gli Arctic Monkeys, ed indubbiamente aveva visto giusto. Così per il 2007 vuole ritentare ad essere profetico e scommette tutto su Mark Ronson, il quale al momento è un perfetto sconosciuto. Ronson, nato in Gran Bretagna ed ora residente a New York, è un produttore definito "geniale" il cui album "Versions" "è uno dei migliori degli ultimi tre anni". Come il titolo suggerisce, i brani sono tutte versioni. Ma cover da tanto di cappello, afferma Mott, perché sono state ricostruite, riplasmate e rigenerate in forme veramente inaspettate. Ci sono pezzi di autori poco noti e brani ben conosciuti. A quest'ultima tipologia appartengono, ad esempio, "Toxic" di Britney Spears, rimodellata in un hip-hop da far correre la gente in pista; ed anche "God put a smile on your face" dei Coldplay, diventata un jazz ballabile. Mark è figlio di Mick, grande chitarrista di Hull scomparso il 30 aprile 1993. Mick Ronson nei primi anni Settanta aveva fatto parte del gruppo di David Bowie ed era uscito dall'orbita bowiana dopo "Pin-ups" di fine '73.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.