'In da club' di 50 Cent non è copiata

'In da club' di 50 Cent non è copiata
50 Cent non ha copiato la canzone “In da club”. Il rapper, accusato dalla Lil' Joe Wein Music d’aver utilizzato senza autorizzazione alcune parole tratte da “It’s your birthday” di Luke Campbell, è uscito vincitore da questa disputa giudiziaria, trovando un alleato nel giudice di Miami, Paul C. Huck. Secondo il giudice infatti, le parole usate nell’intro di "In da club" di 50 Cent risultano essere "comuni, non originali e indiscutibilmente elementi privi di protezione di copyright”. Oltre all’intro, Huck non ha riscontrato similarità tra i due lavori e decretato quindi il non luogo a procedere. Per la cronaca, la frase incriminate è: “Go Shorty, it’s your birthday” che nella versione di Campbell del 1994 era “Go Sheila, it’s your birthday”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.