‘Robe grosse’ di Fish: ‘Questo album non poteva passare inosservato'

“Robe grosse” è il titolo del primo album da solista di Fish (già nei Sottotono con l’amico Tormento) pubblicato lo scorso ottobre e ristampato in una nuova edizione il 12 luglio. All’interno della nuova versione sono presenti due inediti, il singolo “Mi porti su” inciso con Esa e Kelly Joice (vedi News), il brano “Fa brutto” e la versione remix di “Devastante”, “Tu es devastantes”, realizzata in collaborazione con l’americano Tony Touch.

“Nel 2005”, ha spiegato Fish a Rockol, “il singolo ‘Grossa’ era andato molto bene in radio, ma era stato pubblicato in un momento non molto fortunato perché usciva in concomitanza con altri progetti della scena hip hop italiana. Abbiamo così deciso, insieme alla Warner, che fosse il caso di ripubblicare l’album inserendo due inediti e anche un DVD, perché non volevamo che il lavoro fatto andasse perduto: l’album non poteva passare inosservato”.

“Alla realizzazione del disco hanno collaborato alcuni amici”, ha aggiunto il dj, “come ad esempio Esa – fratello di Tormento – che ho rivisto durante alcune serate in cui facevo da dj nei locali.

In quel periodo, nel 2002, c’era stata un’ondata pazzesca di black music nella penisola e ho avuto l’opportunità di girare parecchio per l’Italia come dj. Esa mi sembrava la persona più adatta a vestire i panni del vocalist. Kelly Joice invece”, ha proseguito l’artista, “è da tanti anni che la conosco, e penso che nella scena rap femminile sia l’unica che valga e che possa rendere qualcosa, così ho deciso di proporle una cosa nuova per lei, e da lì è nata ‘Mi porti su’”. “Il panorama attuale della musica hip hop”, ha aggiunto Fish, “sta avendo il suo momento di gloria. L’unica cosa che mi preoccupa è che sembra che ci sia una corsa delle major per chi arriva prima sul nuovo rapper di turno. Con Mondo Marcio per esempio – presente anche bell’album “Robe grosse” con il brano “Brucia da pazzi” – stanno puntando molto sul personaggio, o sui problemi che ha avuto in famiglia. Con Fabri Fibra – di cui Fish è produttore – stanno invece giocando sulla provocazione, mentre con Amir cercano di toccare gli immigrati in Italia. Il problema è che finita questa ondata di rapper che fanno bene il loro lavoro, probabilmente l’anno prossimo le major andranno a pescare le riserve, invece di puntare su artisti già avviati in ambito underground”.


Cosa ne pensa Fish della pirateria? “Penso che se un ragazzino ha pochi soldi e ha un computer che funziona bene”, ha spiegato Fish, “faccia bene a scaricarsi i CD. Io personalmente sono un collezionista, perciò mi piace possederli, comprarli, avere l’originale con il libretto e tutto quanto. La musica bisognerebbe andare in giro a proporla più che a venderla”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.