Rockol Awards 2021 - Vota!

Anche a distanza di 25 anni, il suono degli Oasis resta attualissimo

La band dei fratelli Gallagher torna, se così si può dire, sulle scene (in attesa di una reunion tanto desiderata dai fan). Spedendo nei negozi il disco dal vivo dei concerti a Knebworth del '96. E conquista la copertina della playlist "I wanna rock".
Anche a distanza di 25 anni, il suono degli Oasis resta attualissimo

Anche a distanza di venticinque anni il suono degli Oasis resta attualissimo, in grado di competere tanto con quello di band che negli Annik '90 c'erano già, non si sono sciolte e si sono evolute, quanto con quello di gruppi di nuova, nuovissima generazione. In attesa di una reunion tanto desiderata dai fan, i fratelli Gallagher spediscono nei negozi il disco dal vivo dei concerti tenuti a Knebworth Park dell'estate del 1996 e conquistano la copertina di "I wanna rock", la playlist che raccoglie tutte le uscite più recenti del genere a livello internazionale: dai Foo Fighters ai "nostri" Maneskin, passando per i Kasabian.

Era il 10 e l'11 agosto 1996 quando la band simbolo del brtipop si esibì di fronte a oltre 250 mila fan arrivati da tutto il mondo per partecipare agli eventi che entrarono nella storia della musica contemporanea, ospitati dal pratone del villaggio dell'Hertfordshire, nel Regno Unito. I concerti di Knebworth sono stati sia l'apice del successo della band, sia il punto di riferimento di un’intera generazione, con una scaletta ricca e piena di grandi classici che fecero la storia della band. Da “Columbia" e "Acquiesce" a "Supersonic" (presente nella playlist come anteprima del disco dal vivo), passando per "Champagne Supernova", "Don't look back in anger", "Live forever" e naturalmente “Wonderwall”.

Il disco dal vivo, che arriva dopo il film diretto da Jake Scott, celebra due dei concerti più iconici degli ultimi 25 anni e il rapporto speciale tra gli Oasis e i loro fan. Sullo sfondo di un’Inghilterra in lenta ripresa dai precedenti dieci anni di recessione, gli Oasis diedero vita ad uno show leggendario, testimoniando la rinascita culturale e artistica che da lì a poco avrebbe dato origine al fenomeno "Cool Britannia". Nella loro ascesa nel diventare una delle più grandi band del mondo, gli Oasis incarnarono e dettero voce al ritrovato ottimismo e spavalderia che contraddistinguerà l’Inghilterra durante tutti gli anni ’90. Liam Gallagher ha dichiarato:

Knebworth per me è stata la Woodstock degli anni '90. Riguardava la musica e le persone. Non ricordo molto, ma non lo dimenticherò mai. Era biblico.

E suo fratello Noel Gallagher ha aggiunto: 

Non posso credere che non abbiamo mai suonato 'Rock 'n' Roll Star!

Dagli archivi pesca anche Bruce Springsteen, che a distanza di oltre quarant'anni - quarantadue, per l'esattezza - fa uscire in cd e dvd le registrazioni dei due concerti di beneficenza tenuti nel 1979 al Madison Square Garden di New York nell'ambito di un evento contro il nucleare messo in piedi da Jackson Browne, Graham Nash, Bonnie Raitt e John Hall dopo l'incidente del 28 marzo del 1979 alla centrale di Three Mile Island, in Pennsylvania. Il Boss all'epoca stava componendo l'album doppio "The river" e aveva appena chiuso il "Darkness tour' del 1978. Sul palco del Madison Square Garden, accompagnato dalla sua E Street Band, suonò diversi album del suo ultimo album e alcune canzoni dei dischi precedenti: da "Prove it all night" a "Born to run", passando per "Sherry Darling". In scaletta anche un'anticipazione di "The river", con l'omonima canzone.

Tra le novità, i Kasabian stemperano l'attesa dei fan legata al nuovo album con il singolo "Alygatyr".

 Scritto da Sergio Pizzorno, prodotto dallo stesso musicista insieme a Fraser T Smith e missato da Spike Stent, già al fianco di - tra gli altri - Florence and the Machine, Keane, Kooks, Adele, U2, Depeche Mode, Coldplay, Muse, Linkin Park e pure Oasis, "Alygatyr" segna l'inizio di un nuovo capitolo della storia della band, oggi composta da Pizzorno insieme al bassista Chris Edwards, al percussionista Ian Matthews e al chitarrista Tim Carter dopo le polemiche legate all'estromissione dalla band dell'ex frontman Tom Meighan per la vicenda delle violenze domestiche alla moglie. 3 minuti di pura adrenalina, tra chitarroni e coretti, puro stile Kasabian: what else?.

Prosegue il momento d'oro dei Maneskin, che la scorsa domenica si sono esibiti sul palco degli MTV European Music Awards a Budapest, dove hanno trionfato nella categoria "Best Rock" battendo - tra gli altri - Coldplay, Killers e Imagine Dragons. Sul palco dell'arena che ha ospitato l'edizione 2021 dell'evento che premia i successi discografici europei dell'ultima stagione Damiano David e soci hanno suonato il loro ultimo singolo, "Mammamia": il frontman si è presentato di fronte agli spettatori e alle telecamere con calze a rete e giarrettiera, omaggiando il look di Frank-N-Furter, il protagonista di "Rocky Horror Picture Show". Il brano, uscito all'inizio di ottobre, ha superato i 35 milioni di ascolti su Spotify. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.